rotate-mobile
Cronaca

Schwazer, i Ris analizzeranno il Dna

L'accertamento, che durerà alcuni giorni, potrebbe rilevare eventuali agenti esterni inseriti all'interno della provetta. Per la positività-bis il marciatore condannato a 8 anni di squalifica

E' fissata per il prossimo 17 gennaio l'udienza che darà il via libera ai test del Dna sulle urine di Alex Schwazer, che rivelarono presenza di testosterone nel caso doping. 

In seguito a quella positività (la seconda nel curriculum del marciatore altoatesino dopo quella all’Epo alla vigilia di Londra 2012) Schwazer è stato squalificato per otto anni per recidività, saltando i Giochi di Rio.


Le urine contenenti i sei precursori di testosterone sintetico dell’esame antidoping del primo gennaio 2016 che hanno portato alla nuova squalifica sono state sequestrate con rogatoria internazionale della Procura di Bolzano presso il laboratorio antidoping di Colonia. L’esame del Dna è stato richiesto da Schwazer , che sostiene che le sue provette siano state manipolate. L’accertamento, che durerà alcuni giorni, potrebbe rilevare eventuali agenti esterni inseriti all’interno della provetta.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Schwazer, i Ris analizzeranno il Dna

TrentoToday è in caricamento