menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pietre sulle rotaie per fermare il treno, poi sassaiola sul convoglio

Due stranieri sono stati arrestati dalla Polfer alla stazione di Ala: risponderanno di attentato alla sicurezza dei trasporti, interruzione di pubblico servizio ed ubriachezza

Ubriachi, hanno messo delle pietre sulle rotaie in prossimità della stazione di Ala, in Trentino, per far fermare il treno e poi salire di nascosto su un pianale dello stesso convoglio, nel frattempo fermatosi per verifiche dopo che il macchinista aveva sentito dei rumori. Poi, i due, entrambi stranieri, hanno tentato di salire sul treno regionale 2265, appena giunto sul primo binario, aggrappandosi disperatamente ai respingenti di coda. Il gesto sconsiderato è stato notato sia dal macchinista del treno merci che dal personale FS a bordo del convoglio in partenza, che è stato perciò immediatamente bloccato.

I due stranieri, uno con tasso alcolemico poi accertato di sei volte oltre il limite (3,14 g/l), si sono però irritati per il 'mancato viaggio', prendendo a sassate il treno e colpendo a pugni il parabrezza, danneggiando i tergicristalli. In un momento di tregua il treno regionale è riuscito a riprendere la corsa per Verona. In conseguenza della loro condotta il treno merci ha accumulato 118 minuti di ritardo ed il regionale 22.  Poco dopo, sul posto, è stato chiamato il personale della polizia ferroviaria che, dopo aver acquisito tutti gli elementi, ha rintracciato i due responsabili, che nel frattempo si erano allontanati. I due risponderanno di attentato alla sicurezza dei trasporti, interruzione di pubblico servizio ed ubriachezza.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Trentino rimane in zona arancione

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento