Le sardine riempiono piazza Duomo a Trento

Come in molte città d'Italia è stata scelta la piazza principale, gremita di persone con lo slogan "Trento non abbocca", e si canta "Bella ciao"

Le sardine in piazza Duomo a Trento

Le sardine per Trento si sono date appuntamento alle 18.00 per riempire piazza Duomo: alle 18.30 la piazza pricipale della città era quasi completamente piena. Migliaia di persone riunite dallo slogan "Trento non abbocca". Ma tra i cartelli portati in piazza dai manifestanti c'erano anche "Trento non si Lega", declinato in tutte le città d'Italia, cartelli contro l'omofobia, contro il razzismo, ed il ritorno di ideologie fasciste.

Sulla fontana sono state montate delle casse con un microfono dal quale si sono alternati gli interventi degli organizzatori, cinque studenti universitari, e delle persone della piazza. "Dove gli altri tracciano confini, noi vediamo ancora orizzonti" ha detto Lorenzo, uno dei portavoce del movimento a Trento, al microfono. Tanto entusiasmo, tante persone, molte delle quali in un'età non propriamente da "social network". Poi l'esibizione della corale Bella Ciao, con una precisa scaletta di inni per far cantare la piazza: l'Inno d Mameli, l'Inno al Trentino e l'immancabile Bella ciao.

(nella foto di Daniela Ligas la piazza vista dall'alto)

sardine altox-2

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Supermercati: vietato scegliere quello più conveniente, spesa solo vicino a casa

  • A casa nel paesino per il coronavirus fa arrivare una escort in taxi da Trento: donna multata

  • Contagi stabili, positivo un tampone su 10. Mascherine: "Ci vuole tempo perchè le sigilliamo"

  • Coronavirus, Fugatti: "No ad arrivi nelle seconde case. Chiesti controlli pesanti"

  • "Due mascherine per ogni trentino", ma non si sa ancora come: precedenza ai 5 comuni "blindati"

  • Coronavirus, fermato dai vigili dopo che è al parco da un'ora: "È che ho perso una cosa"

Torna su
TrentoToday è in caricamento