Cronaca Localita' Sardagna

Si danno appuntamento a Sardagna, con uno spinello: denunciati

Dal cembrano che va a fare il pieno a Trento alla coppia lombarda che prenota un BnB a Riva del Garda: tutti i denunciati per l'emergenza coronavirus

Il panorama da Sardagna

"Nonostante tutti gli avvisi, tutte le raccomandazioni, ancora si incontrano persone, non sempre ragazzi a dire il vero, che non vogliono accettare la situazione delicata che stiamo vivendo". Così iò Comando provinciale dei Carabinieri di Trento commenta alcuni casi in cui si sono imbattuti i militari, impegnati a far rispettare l'osservanza del decreto sull'emergenza coronavirus. Dai ragazzi, residenti fuori Trento, che si sono dati appuntamento a Sardagna, perdipiù con uno spinello, fino a cembrano che per fare un pieno di benzina, così ha detto, è dovuto andare fino al capoluogo.

Trento: in 7 in un ristorante chiuso, denunciati

Il totale delle denunce effettuate dall'Arma nelle ultime 24 ore è di 11 in tutto il territorio provinciale, che si vanno a sommare alle 15 della Polizia di Stato. In particolare i Commissariato di Riva del Garda ha scoperto una coppia lombarda che aveva preso in affitto per il weekend un appartamento, tramite un noto sito iternet, nella cittadina gardesana. I due sono stati denunciati. Tanti gli stranieri fermati, che non hanno saputo fornire una valida ragione per essere in giro.

"In queste ore - commenta il vice Questore Salvatore Ascione - causa anche il bel tempo registriamo ancora cittadini che incuranti dell'interesse generale e della salute pubblica, con le motivazioni più varie, violano i divieti imposti dalla normativa. La Polizia di Stato, pur non rinunciando alla sua vocazione di prossimità e servizio, eserciterà in modo fermo i compiti assegnatigli dalla legge per la tutela di tutta la collettività".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si danno appuntamento a Sardagna, con uno spinello: denunciati

TrentoToday è in caricamento