menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Sandro Rossi

Sandro Rossi

Rossi, l'uomo che ha vinto il cancro e ora scala le montagne più difficili

"Sandro", come lo chiamano gli amici, è da sempre stato un uomo forte, appassionato e con tanta voglia di vivere. La sua sfida con la montagna mette quest'uomo di 53 anni alla prova con alcune delle vette più difficili del mondo

Il “Kuh-I-Garmo” è una delle più alte vette del Pamir: tocca i 7134 metri. Si trova al confine tra la provincia di Oš in Kirghizistan e la provincia autonoma del Gorno-Badakhshan in Tagikistan, ed è la seconda più alta vetta dei due paesi dopo il picco Ismail Samani (7.495 m). Meglio conosciuto come Peak Lenin, è il nome della prossima avventura extraeuropea di Alessandro Rossi, trentino, amante dello sport, della natura ma, soprattutto, della montagna. Nel corso degli ultimi anni ha svolto altre importanti spedizioni extraeuropee, come nel gennaio 2008 sull'Aconcagua, la vetta più alta delle Americhe, nel settembre 2009 sul Cho Oyu
(8.201 m),  o la Trilogia Andina del settembre 2011.

"Sandro", come lo chiamano gli amici, è da sempre stato un uomo forte, appassionato e con tanta voglia di vivere. La sua sfida con la montagna, che ama e frequenta da quando era ragazzo, mette quest'uomo di 53 anni alla prova con alcune delle vette più difficili del mondo. Ma la sfida non spaventa Rossi, che alcuni anni fa ha dovuto combattere contro un nemico ne più sobdolo del "mondo verticale". La montagna è crudele, ma onesta. La vita, spesso, è crudele e basta. Quando Sandro si è ammalato di cancro, ha dovuto (e voluto) affrontare operazioni chirurgiche, terapie radioattive, pensieri, preoccupazioni, esami clinici e controlli periodici. Tuttavia è riuscito a vincere la sua battaglia contro la malattia, riuscendo a capire veramente cosa conta nella vita. Lo dice lui stesso nel suo diario web, il blog "ariararefatta". E tra le cose che contano c'è la nuda roccia, pareti di ghiaccio e metri di pareti da scalare.

Il prossimo viaggio avrà una durata complessiva di ventuno giorni e lo porterà nella regione asiatica del Pamir, nello stato del Kirghizistan. L'obbiettivo è – condizioni della montagna e metereologiche permettendo – quello di tentare la salita del Kuh I Garmo dalla parete Nord. Sandro però non affronterà da solo questa nuova avventura – con partenza prevista giovedì 4 luglio. Ad
affiancarlo, ci sarà Massimiliano Caria, alpinista e fotografo naturalista.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Restrizioni, quando ci si potrà spostare tra regioni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento