menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rovereto, allarme rientrato dopo la fuga di gas all'ex Sandoz

Nessun intossicato e nessun ferito, la sostanza non costituisce pericolo per le persone né per l'ambiente

Allarme rientrato a Rovereto e nei comuni confinanti dopo una fuoriuscita di sostanze gassose dallo stabilimento della Suanfarma, ex Sandoz, a ridosso del quartiere di Lizzana. L'incidente ha fatto scattare le procedure d'emergenza adottate in questi casi: l'azienda ha prontamente segnalato l'accaduto all'Appa e subito la Provincia ha diffuso un comunicato nel quale si invitava la popolazione a rimanere in casa.

L'appello, in pochi minuti, è rimbalzato sui social network, ripreso anche dai profili ufficiali del Comune di Rovereto e dei comuni confinanti di Villalgarina e Vallarsa, nonchè dalle pagine dei Vigili del Fuoco. Comprensibilmente si è creato un po' di panico tra i residenti (basta leggere i commenti sui social per rendersene conto) ma nel giro di un'ora l'allarme è rientrato.

Il gas è un componente di antibiotici, ecco di cosa si tratta

La sostanza sembra essere clavulanato di potassio, e non costituisce un rischio per le persone. La natura della sostanza era già stata comunicata dall'azienda al momento della segnalazione, ma si è dovuto attendere il sopralluogo dell'Appa per avere l'ufficialità. Nel frattempo, come detto, l'assenza di notizie certe ha creato apprensione tra la popolazione.

Nessun intossicato e nessun ferito tra i lavoratori dello stabilimento, che è stato evacuato come da procedura. La squadra d'emergenza interna dell'azienda è stata la prima ad intervenire. Successivamente sono arrivati sul posto i Vigili del Fuoco volontari di Rovereto ed il Nucleo Chimico-batteriologico dei permanenti di Trento.

L'ufficialità del cessat allarme, però, è arrivata solamente alle 15.45 con una nota della Provincia: "Alla popolazione della Vallagarina, che era stata immediatamente invitata a rimanere all’interno delle abitazioni e dei luoghi di lavoro con le finestre chiuse, per la potenziale tossicità dei gas fuoriusciti, è stato dato il cessato allarme e anche le attività all’aperto sono potute riprendere con tranquillità".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Palazzo del Diavolo a Trento: ecco la leggenda

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Bollettino coronavirus, i dati del 10 aprile

  • Cronaca

    Malore mentre è a pesca, elisoccorso in volo

  • Attualità

    Apre il primo drive through vaccinale a Trento

Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cucina

    Brazadèl pasquale: il tipico dolce trentino

  • Attualità

    Il Trentino in zona arancione per la bozza dell'Iss

  • Attualità

    Autocertificazione per spostarsi, quando serve

Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento