menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

San Cristoforo: casa allagata 3 volte in 3 anni

Da quando il canale di raccolta delle acque vicino a casa di Roberto Calovi riceve anche la portata di un altro fosso realizzato nel 2010, vi sono stati tre allagamenti con danni che nessuno vuole pagare, nonostante la proprietà sia provinciale

Riceviamo e pubblichiamo questa lettera di Roberto Calovi. La sua casa di San Cristoforo al lago si è allagata tre volte in tre anni da quando il canale di raccolta delle acque vicino a casa sua riceve anche la portata di un altro fosso realizzato nel 2010. Tre allagamenti con danni che nessuno vuole pagare, perché malgrado la proprietà sia provinciale, Piazza Dante nega qualsiasi forma di indennizzo.

"Dal 2005 sono proprietario di un alloggio a piano terra di una casa in viale alle Darsene a San Cristoforo - Pergine. A pochi metri dalla casa scorre un fosso, denominato Canale Leporini, di proprietà della PAT. Il suddetto fosso raccoglie l'acqua dei terreni agricoli posti a monte della casa e la riversa nel lago di Caldonazzo in un punto vicino alla Pizzeria alla Darsena.

Dall'estate 2010 è stato innestato nel canale Leporini un fosso pressoché identico, senza che il canale Leporini fosse preventivamente preparato per questo raddoppio della portata. Risultato: dal dicembre 2010 il canale Leporini ha esondato per ben tre volte, allagandomi l'appartamento. La prima volta 8cm, la seconda 20 cm e infine venerdì scorso ben 47 cm di  acqua in casa.

Puoi immaginare quanti danni possono fare eventi di questo tipo: intonaci, pavimenti, arredi, elettrodomestici, documenti, ecc...da riparare o da buttare. La cosa frustrante è che la PAT, interpellata per il risarcimento dei danni in qualità di proprietaria del fosso, ha negato qualsiasi indennizzo dicendo che non è sua responsabilità.

Non ha specificato né il motivo per cui non sarebbe responsabile, né chi sia il responsabile.

La cosa mi lascia naturalmente molto amareggiato e arrabbiato...perché oltre a non poter utilizzare casa mia (al momento è invivibile per via dell'umidità) non posso nemmeno pensare di venderla perché minacciata da questi continui allagamenti."

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento