rotate-mobile
Martedì, 9 Agosto 2022
Lago di Garda / Alto Garda e Ledro

Salva il figlio nel lago ma non riemerge: ricerche in corso

Forze trentine e bresciane in acqua. Lunedì interverrà anche il nucleo sub della Guardia costiera di Genova

Proseguono anche domenica 24 luglio le ricerche di superficie, mai sospese, dell’uomo che, nel pomeriggio di venerdì, si è immerso nelle acque del Garda per salvare il figlio, in difficoltà, a Limone.

A dare l’allarme e chiedere l’intervento dei soccorsi è stata la moglie dell’uomo dispero, intorno alle 15.30 di venerdì. La macchina delle emergenze si è attivata immediatamente e, ad oggi, vede l’impiego di personale sia trentino sia bresciano, unità navali della Guardia costiera, dei vigili del fuoco, della polizia di Stato e della Guardia di finanza e di un elicottero sanitario.

In atto anche quelle di profondità con Rov e Sonar in dotazione ai volontari del Garda che andranno avanti fino a termine autonomia del mezzo d’appoggio. Nella giornata di lunedì 25 luglio interverrà anche il nucleo sub della Guardia costiera di Genova, inviati dal Comando generale delle Capitanerie di porto e verranno impiegati altri Rov in dotazione ai vigili del fuoco.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Salva il figlio nel lago ma non riemerge: ricerche in corso

TrentoToday è in caricamento