rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Cronaca Viale Verona

Minorenne adescata per foto pedopornografiche: coinvolto anche un trentino

Operazione della Polizia Postale di Salerno nei confronti di 20 destinatari di perquisizioni domestiche ed informatiche

Produzione, detenzione di materiale pedopornografico e prostituzione minorile: queste le pesanti accuse per 21 destinatari di altrattanti  mandati di perquisizione personale, domiciliare ed informatica emanati dalla Procura della Repubblica di Salerno. Una rete che, secondo gli inquirnti, si estenderebbe ben oltre i confini della provincia campana coinvolgendo anche il Trentino Alto Adige, oltre alla Sardegna, la Lombardia e  la Calabria. 

Le perquisizioni: leggi la notizia su Salerno Today

A svolgere la attività investigativa, la Sezione di Salerno della Polizia Postale e delle Comunicazioni a seguito di una segnalazione da parte del Tribunale per i minorenni di Salerno relativa alla presenza nel web di un profilo Facebook, usato da una minore salernitana, contenente immagini di natura pedopornografica. Le indagini hanno così consentito di disvelare un gruppo di circa venti persone che mediante le chat di Messanger e di WhatsApp hanno adescato la vittima per produrre materiale pedopornografico.

Le attività eseguite nei confronti di tredici salernitani, quattro napoletani, un calabrese, un lombardo, un trentino e un sardo hanno confermato quanto ipotizzato durante le indagini, consentendo di denunciarli per il reati di detenzione, produzione di materiale pedopornografico, prostituzione minorile e il sequestro di numerosi supporti informatici.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Minorenne adescata per foto pedopornografiche: coinvolto anche un trentino

TrentoToday è in caricamento