Venerdì, 14 Maggio 2021
Cronaca

Uso di internet consapevole, il progetto nelle scuole

Prosegue lunedì in provincia di Trento il "Safer Internet Tour", la campagna di sensibilizzazione per un utilizzo sicuro e responsabile dei nuovi media promossa nelle scuole da Adiconsum e Save the Children

Prosegue lunedì in provincia di Trento il “Safer Internet Tour”, la campagna di sensibilizzazione per un utilizzo sicuro e responsabile dei nuovi media promossa nelle scuole da Adiconsum e Save the Children. Rivolto a studenti, insegnanti e genitori, il tour farà tappa lunedì 16 presso la scuola primaria di Faver, martedì 17 presso la sede della scuola secondaria di 1° grado “A. Vielmetti”

I nuovi media sono entrati a far parte della vita quotidiana della maggior parte dei pre-adolescenti e adolescenti italiani, che iniziano a navigare in internet in media a 10 anni. Il 62% di loro lo fa dalla propria camera, senza la supervisione di un adulto e il 57% ha un profilo personale su social network, che conquistano anche i più piccoli, nonostante il divieto di alcuni, come Facebook ai minori di 13 anni.
 
Nonostante questi dati, l’82% dei genitori (percentuale italiana più alta della media europea di circa 10 punti) ritiene “altamente improbabile” che i propri figli possano imbattersi in situazioni spiacevoli online, mentre il 70% è sicuro nelle capacità di auto-difesa dei propri ragazzi. Si tratta in realtà di una fiducia condizionata, in quanto il 54% dei genitori va a controllare ex-post i percorsi di navigazione da compiuti dai figli. Inoltre il 63% dei genitori suggerisce ai propri figli come comportarsi online, ma il 39% dei ragazzi ammette di non tener conto dei loro consigli quando naviga in rete, mentre l’8% li ignora completamente. Un ultimo dato da sottolineare: ben il 13% di padri e madri ammette di non dialogare affatto con i propri figli su ciò che fanno online. (fonte Eu Kds Online).
 
Il Tour nazionale coinvolge complessivamente circa 40 scuole, 2500 alunni fra gli 8 e i 13 anni ed altre 10.000 persone tra studenti, genitori ed insegnanti. Il 16 ed il 17 aprile prossimi farà tappa a Cembra (TN): lunedì 16 presso la scuola primaria di Faver, martedì 17 presso la sede della scuola secondaria di 1° grado “A. Vielmetti”.
 
Ogni tappa nelle scuole è strutturata in due fasi: incontri formativi e realizzazione di uno stand attrezzato all’interno della scuola, con connessione Internet, monitors e consolle di gioco che potrà essere visitato da genitori, insegnanti ed alunni.
 
Gli incontri in classe vedranno i ragazzi protagonisti in giochi di roleplaying, con particolare riferimento alla tutela della propria privacy. Tali sessioni avverranno alla presenza degli insegnanti, che verranno formati dagli operatori Adiconsum per proseguire e approfondire il percorso.
 
Per questo sono state realizzate delle guide ad hoc: per i ragazzi le guide “Difendi la tua privacy” e “Furto d’identità & frodi informatiche: Cosa sono e come difendersi”; per gli insegnanti la guida “Educazione e Nuovi Media: verso una cittadinanza digitale”, comprensiva di schede di attività didattiche pensate per tre fasce d'età (8-10, 11-13, 14-15 anni); per i genitori la guida “Educazione e Nuovi Media”. Le guide sono disponibili sul sito istituzionale www.sicurinrete.it
 
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Uso di internet consapevole, il progetto nelle scuole

TrentoToday è in caricamento