menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sacro Cuore, l'insegnante discriminata chiede altri 100 mila euro di risarcimento

Alla professoressa non fu più rinnovato l'incarico sulla base di sospetti legati all'orientamento sessuale. L'insegnante vuole che un giudice riconosca anche "la discriminazione e la ritorsione subita dopo avere denunciato quanto accaduto"

Dopo la condanna, lo scorso giugno, al pagamento di 25 mila euro, in favore di un'insegnante discriminata perchè sospettata di essere lesbica, ora l'Istituto Sacro Cuore di Trento è stato citato anche davanti ai giudici della Corte d'appello di Trento.

Alla professoressa non fu più rinnovato l'incarico sulla base di sospetti legati all' orientamento sessuale. L'insegnante vuole che un giudice riconosca anche "la discriminazione e la ritorsione subita dopo avere denunciato quanto accaduto". Un profilo che, in primo grado, non sarebbe stato preso in esame.

L'avvocato della donna ha presentato in appello la richiesta di risarcimento di 100 mila euro.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Apre il primo drive through vaccinale a Trento

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento