rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
Cronaca

Trento, rubano la bici al sindaco dopo il consiglio: "c'è stato anche il lieto fine"

Oltre alla raccomandazione di mettere sempre in sicurezza il proprio mezzo, il sindaco Ianeselli ricorda anche "Targa Bici": un servizio nato nel 2010 e promosso dall’Amministrazione comunale per incentivare l’uso della bicicletta e contrastare il fenomeno dei furti

Il furto e poi il ritrovamento, il giorno dopo, là dove l'aveva parcheggiata. La storia a lieto fine, raccontata dal protagonista stesso sulla sua pagina Facebook, è quella di una bicicletta appoggiata senza lucchetto e di un "prestito" momentaneo. Il protagonista di questa storia è il sindaco Franco Ianeselli che ha raccontato sulla sua pagina Facebook quello che gli è accaduto mercoledì 23 giugno, alla sera, dopo il consiglio comunale.

Oltre alla raccomandazione di mettere sempre in sicurezza il proprio mezzo, il sindaco Ianeselli ricorda anche "Targa Bici": un servizio nato nel 2010 e promosso dall’Amministrazione comunale per incentivare l’uso della bicicletta e contrastare il fenomeno dei furti. Il servizio “Targa la bici” consiste nella marcatura, una punzonatura con tecnica indelebile, del codice fiscale del proprietario sul telaio della bicicletta, così da consentire, nei casi di ritrovamento della bicicletta, di rintracciare agevolmente il legittimo proprietario. Il servizio è gratuito e messo a disposizione di chi usa abitualmente la bici in città eseguibile su ogni tipo e modello di bicicletta, fatta eccezione per quelle con telaio in carbonio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trento, rubano la bici al sindaco dopo il consiglio: "c'è stato anche il lieto fine"

TrentoToday è in caricamento