rotate-mobile
Giovedì, 20 Giugno 2024
Indagine lampo

Ruba un cellulare a Trento, ma la geolocalizzazione lo inchioda: arrestato

Lo smartphone è stato recuperato a Laives. Alla vista della polizia, il ladro ha dato in escandescenze

Aveva rubato uno smartphone a Trento e, dopo il colpo, si è subito dato alla fuga. Peccato che le cose non siano andate secondo i suoi piani.

L’uomo, un trentenne di origine africana, è stato bloccato dai poliziotti della squadra mobile di Bolzano, allertati dai colleghi trentini. Lo hanno individuato sulla statale 12 del Brennero, all’altezza dello svincolo di Pineta di Laives, grazie alla geolocalizzazione dello smartphone rubato.

Alla vista dei poliziotti e capendo come si stava mettendo la situazione, l’uomo si è scagliato contro di essi, aggredendoli prima con calci e pugni e poi addirittura con una grossa pietra. Nonostante l’escandescenza, l’uomo è stato bloccato, grazie pure ai rinforzi giunti sul posto.

Oltre al cellulare, la Mobile, ha trovato anche un ciclomotore e un portafoglio, frutto di un altro furto. Inevitabile, quindi, l’arresto dell’uomo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ruba un cellulare a Trento, ma la geolocalizzazione lo inchioda: arrestato

TrentoToday è in caricamento