Cronaca Strigno

Rsa San Vendemmiano ed ex Rsa di Strigno rimangono aperte in supporto al servizio sanitario

Prosegue il lavoro delle strutture di supporto al servizio sanitario provinciale nel periodo dell’emergenza Coronavirus

Sono prorogate fino al 31 ottobre 2021 le funzioni di residenza sanitaria territoriale temporanea della Rsa San Vendemmiano, gestita dalla cooperativa sociale Assistenza di Tione di Trento, e dell'ex Rsa di Strigno, gestita dall’Apsp "Redenta Floriani" di Castel Ivano. La decisione è stata presa sabato 7 agosto dalla Giunta provinciale, su indicazione dell'assessore alla salute, politiche sociali, disabilità e famiglia, "tenuto conto dell'andamento dei contagi, che fa presumere un aumento della pressione sulle strutture ospedaliere" specifica una nota.

Nel caso in cui il fabbisogno sanitario legato alla pandemia lo richiedesse, l’attività delle due strutture potrà essere prorogata anche fino al 31 dicembre 2021 con direttiva interna del Dipartimento Salute e politiche sociali. La spesa derivante dal provvedimento, stimata in 350mila euro, trova copertura nel bilancio dell'Azienda provinciale per i servizi sanitari.

"In questo momento - sottolineano dalla Pat - le due strutture rivestono un ruolo importante di decompressione delle ospedalizzazioni e il livello di occupazione dei posti letto si mantiene costantemente sopra l’80%". Le due strutture offrono assistenza a pazienti fragili dimessi dall’ospedale, guariti o comunque non portatori di Covid-19, che hanno ancora necessità di un periodo di assistenza, rispettivamente di bassa e di media intensità (per un periodo massimo di 4 settimane), prima del loro rientro a domicilio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rsa San Vendemmiano ed ex Rsa di Strigno rimangono aperte in supporto al servizio sanitario

TrentoToday è in caricamento