rotate-mobile
Domenica, 28 Novembre 2021
Cronaca Rovereto / Via Fiume

Rovereto, tentano il colpo in gelateria: arrestati dai carabinieri prima della fuga

Il titolare dell'attività ha ricevuto l'avviso dell'intrusione sul suo telefonino e ha subito chiamato il 112

Tentano un colpo in gelateria nella notte, ma colti in flagranza di reato, sono stati fermati e arrestati dai carabinieri della Compagnia di Rovereto. Si tratta di due cittadini stranieri, D.O. 23enne e P.N. 25enne, già noti alle forze dell’ordine e residenti nel comprensorio lagarino. I due nella notte di martedì 23 marzo si sono introdotti all’interno di una gelateria di via Fiume, non accorgendosi della presenza di un dispositivo antifurto che, in tempo reale, ha trasmesso l’allarme sul telefonino del titolare dell’esercizio pubblico. L'uomo ha quindi immediatamente segnalato la violazione al Nue (Numero Unico per le Emergenza) 112 e dopo alcuni minuti sono arrivate sul posto due pattuglie di carabinieri, in servizio di controllo del territorio e vigilanza per l’applicazione della normativa anti-CoVid.

L’equipaggio dell’Aliquota Radiomobile, con il supporto dei militari della stazione di Rovereto sono riusciti a bloccare i due che, dopo aver razziato il denaro in cassa e sottratto quattro tablet oltre ad alcuni liquori, stavano cercando di dileguarsi a bordo del furgone del bar, parcheggiato all’esterno del locale. Sorpresi dall’intervento inaspettato, i due hanno comunque cercato di allontanarsi, ma la rapidità, con la quale il titolare ha dato l’allarme al 112, è stata determinante per il buon esito dell’intervento. Le pattuglie infatti hanno raggiunto in tempo il luogo in cui si stava commettendo il reato e sono state in grado di bloccare i responsabili. I due saranno sottoposti al giudizio per direttissima nella mattinata di mercoledì 24 marzo, a Rovereto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rovereto, tentano il colpo in gelateria: arrestati dai carabinieri prima della fuga

TrentoToday è in caricamento