menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rotonda ex Sait, tutto fermo: dopo quattro anni di attesa l'azienda rinuncia ai lavori

Dopo aver vinto la gara nel 2012 il consorzio modenese si è ritirato: tempi troppo lunghi da parte della Provincia, e della rotatoria neanche l'ombra

Una rotonda... sul nulla. La gara d'appalto risale al 2012 ma ad oggi non è stata posata nemmeno una pietra per realizzare l'opera prevista: una megarotonda di raccordo tra la tangenziale e via Maccani, in zona ex Sait. Il costo dei lavori previsto era di 30 milioni di euro. Un appalto importante per il consorzio modenese, vincitore della gara, che però oggi ha dichiarato di volervi rinunciare. la causa? I tempi troppo lunghi dell'amministrazione nel dare corso alle procedure.

Sul caso il consigliere provinciale del Movimento Cinque Stelle Filippo Degasperi ha depositato oggi un'interrogazione. In particolare, si spiega, l'azienda titolare sarebbe rimasta per oltre quattro anni in attesa della conclusione formale della vallutazione dell'offerta. "Tempi che si traducono in costi per le aziende - scrive nella nota il consigliere Degasperi - da un lato si è scoperto che la cordata in questione può ritirars senza pagare nessuna penale, visto che la Provincia ha lasciato cadere i termini; dall'altro lato le immprese coinvolte possono giustamente lamentare le lungaggini che hanno dovuto subire, costate temppo e denaro". E nel frattempo, aggiungiamo noi, della famosa rotonda non si è vist nemmeno l'ombra. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Restrizioni, quando ci si potrà spostare tra regioni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento