Cronaca Riva del Garda

Positivi al Covid due minorenni tra i cittadini afgani ospitati a Riva del Garda. La Provincia: "Situazione sotto controllo"

Negativi tutti gli altri tamponi. Come disposto dall’Apss, verranno effettuati nuovi test su tutto il gruppo a distanza di cinque giorni

Due minorenni facenti parte del gruppo di cittadini afgani ospitati a Riva del Garda sono risultati positivi al Covid 19. Secondo quanto riferisce la Provincia autonoma di Trento in una nota, sono già state messe in campo le misure di quarantena previste. Lo screening è stato effettuato nei tempi previsti su tutti i 110 richiedenti asilo arrivati dall'Afghanistan e ospitati in questi giorni nella base di addestramento militare di proprietà dell’esercito.

I ragazzi positivi, membri di un gruppo familiare di 25 componenti, già si trovano in quarantena come il resto di tutto il gruppo dei 110 cittadini afghani, sul quale sono stati effettuati i tamponi molecolari che sono risultati negativi. Nel frattempo, la Protezione Civile trentina, tramite la Croce Rossa, sta dando supporto all’esercito per la gestione dell’ospitalità agli afghani arrivati a Riva del Garda in attesa che il Ministero dell'Interno svolga tutte le procedure connesse all’accoglienza e decida in merito alle future destinazioni. Sul fronte contagi, come disposto dall’Azienda Provinciale per i Servizi Sanitari verranno effettuati su tutto il gruppo di cittadini afghani nuovi test di screening a cinque giorni dal primo e quindi un tampone di fine isolamento/quarantena.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Positivi al Covid due minorenni tra i cittadini afgani ospitati a Riva del Garda. La Provincia: "Situazione sotto controllo"

TrentoToday è in caricamento