rotate-mobile
Venerdì, 3 Febbraio 2023
Indagini / Alto Garda e Ledro

Notano delle piante di cannabis e incastrano il coltivatore con le fototrappole

Gli agenti hanno esteso gli accertamenti a casa dell'uomo, trovando altra sostanza stupefacente, piante, una piccola serra e delle lampade utilizzate per la coltivazione

Mercoledì 21 settembre gli investigatori del Commissariato di polizia di Riva del Garda e gli agenti del Corpo Forestale della Provincia hanno denunciato in stato di libertà un trentino, per produzione e detenzione di sostanze stupefacenti. Nel pomeriggio di mercoledì, infatti, gli agenti della Forestale, durante alcuni sopralluoghi volti a individuare coltivazioni illegali di stupefacenti hanno trovato sul territorio del comune di Riva del Garda, sul versante montuoso di Cima Rocchetta, due piante coltivate in un vaso di circa 1,5 metri con infiorescenze e protette da una rete metallica e filo spinato.

Sono quindi state posizionate delle foto-trappole che hanno documentato le azioni di un uomo che, verso le 17.30 ha prima potato le piante e poi riposto i rami in uno zaino. Gli agenti appostati vicino alla zona dove si trovavano le piante, sono riusciti a seguire l’uomo lungo i sentieri fino a Riva del Garda, dove è stato fermato da una Volante.

Recuperato lo stupefacente dallo zaino, è scattata la perquisizione domiciliare a casa dell’uomo che ha portato al sequestro di altra sostanza stupefacente, già essiccata, di alcune piante e di una piccola serra da interni con le lampade utilizzate per la coltivazione della cannabis.

Il ritrovamento delle sostanze e le modalità di conservazione, secondo gli inquirenti, non escludono che l’uomo potesse vendere il prodotto della coltivazione ad altre persone e per tale motivo è stato segnalato all’Autorità giudiziaria per produzione e detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Notano delle piante di cannabis e incastrano il coltivatore con le fototrappole

TrentoToday è in caricamento