menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Caderzone, il negozio di alimentari diventa un mini-ristorante: multa da 3000 euro

I gestori hanno pensato di "allargare" l'attività servendo calici di vino nei tavoli disposti sul piazzale e cibo cotto su una griglia

Dovrà ritornare ad essere quello che era, un negozio di alimentari, il piccolo "ristorante" abusivo scoperto dalla Polizia Locale delle Giudicarie a Caderzone Terme. Gli agenti si sono presentati la sera della vigilia di Ferragosto mentre era in corso un "aperitivo" con tanto di tavoli all'esterno, calici di vino ed addirittura un barbecue. Un'attività che, secondo quanto appurato dalla municipale, proseguiva da un po'. Nell'ultimo periodo infatti il negozio si era "allargato" nel piazzale adiacente con un servizio che si avvicinava a quello di un vero e proprio ristorante, pubblicizzato dalla scritta "aperitivi" su un apposito pannello.

Vista la situazione i vigili hanno lasciato che i circa 15 avventori presenti terminassero la loro cena tranquillamente, per poi far scattare gli accertamenti. Si ipotizza una multa dai 500 ai 3000 euro oltre all'ordinanza del sindaco di divieto di prosecuzione dell'attività. "Preme inoltre sottolineare - scrive il comandante Carlo Marchiori - come anche chi somministra alimenti e bevande a titolo di volontariato, nelle numerose manifestazioni locali, sia soggetto ad una normativa ritenuta dagli stessi operatori delle varie Associazioni e Pro Loco “piuttosto rigida” e pertanto a maggior ragione il rispetto della Legge da parte di chi esercita una professione sia imprescindibile".
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Rifugio sommerso dalla neve, i gestori chiedono aiuto ai trentini

Attualità

Chiusa per pericolo valanghe l'area del Mugon sul Monte Bondone

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento