Cade sulla ferrata del Rio Secco, grave alpinista 82enne

E' caduto per una decina di metri sbattendo la testa sulla cengia sottostante. Ora si trova in gravi condizioni all'ospedale S. Chiara l'escursionista altoatesino di 82 anni che stava percorrendo la ferrata del Rio Secco

Una distrazione o forse un eccesso di sicurezza: il moschettone non era agganciato al cordino della ferrata e lui è caduto nel vuoto per una decina di metri.  L'uomo, un alpinista di Funes A.M. di 82 anni, stava affrontando la ferrata del Cadino - Rio  Secco, vicino a Faedo, quando, in un punto appena sotto all'imbocco del "sentiero di emergenza" quindi verso la metà del percorso, è scivolato atterrando sulla cengia dieci metri sotto, svenuto.

Lo hanno recuperato gli uomini del soccorso alpino calandosi col verricello dall'elicottero e lo hanno subito trasportato all'ospedale S. Chiara dove gli sono state diagnosticate fratture molto gravi, vista anche l'età, e trauma cranico. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Accoltellato alla gola dal fratello per strada a Borgo Valsugana: trasportato in ospedale

  • Lingotti d'oro, sala cinema in casa e poster de 'Il padrino': arrestato 'Pablo Escobar trentino'

  • Spormaggiore, 31enne colpito alla testa da un tombino al passaggio di un'auto: grave

  • Camionista trovato senza vita nella sua cabina: era morto da tre giorni

  • Il 'gambero killer' americano trovato in Trentino

  • Previsioni del tempo, neve in arrivo anche a bassa quota

Torna su
TrentoToday è in caricamento