rotate-mobile
Mercoledì, 28 Febbraio 2024
Cronaca

Giovane colpito da meningite: non c'è più nulla da fare, Tommaso è morto

Si sono spente le speranze del 17enne di Tezze sul Brenta, ricoverato al San Bassiano nella notte di sabato presentando tutti i sintomi della malattia

Tragedia in Veneto, Tommaso Fabris, il diciassettenne di Tezze sul Brenta colpito dalla meningite, è morto all'ospedale San Bassiano di Bassano del Grappa dove era stato ricoverato. Durante la mattinata di martedì 28 febbraio, l'Ulss 7 aveva avviato le la procedura di osservazione per la dichiarazione di morte cerebrale, avvenuta poi nel pomeriggio di martedì. I genitori hanno acconsentito alla donazione degli organi.

La notizia della morte ha fatto presto il giro della rete, tantissimi i messaggi che si rincorrono sui social a ricordo del giovane. In primis i compagni di squadra del The Team con i quali condivideva la passione per il basket.

Il ricovero e i sintomi

Come riporta VicenzaTodayil ragazzo di 17 anni era stato ricoverato d'urgenza all'ospedale di Bassano del Grappa la notte tra sabato 25 e domenica 26 febbraio, dopo essere arrivato al pronto soccorso con sintomi, come la febbre alta, che hanno fatto scattare il sospetto dei medici, poi confermato dagli esami. Il servizio di igiene e sanità pubblica dell'Ulss 7 Pedemontana si è attivato per ricostruire gli spostamenti del minorenne e ha distribuito una profilassi ai contatti più stretti, che sono stati nel frattempo identificati: circa 265 persone.

Ultime notizie

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giovane colpito da meningite: non c'è più nulla da fare, Tommaso è morto

TrentoToday è in caricamento