menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Attrezzi edili rubati in un cantiere di Tenno, nei guai artigiano rivano

Un generatore elettrico del valore di 4500 euro rubato in un cantiere di Tenno è stato ritrovato in casa di un artigiano a Riva del Garda. I carabinieri hanno ritrovato un altro attrezzo, un costipatore, frutto dello stesso furto, a casa di uno degli arrestati per il furto di una tonnellata di rame il mese scorso. Potrebbe trattarsi dello stesso "giro" di ricettazione

Non rivendeva solamente il rame rubato ma, pare, anche attrezzi da cantiere. Nel corso dell'inchiesta su un giro di furti e ricettazione di rame (clicca qui) i carabinieri di Riva del Garda hanno trovato in casa di uno dei membri della "banda", agli arresti domiciliari perchè colto in flagranza di reato per furto di rame, anche un costipatore, in gergo edile chiamato "rana", che in seguito ai controlli sulla matricola è risultato essere stato rubato nella notte tra il 28 e il 29 gennaio da un cantiere di Tenno. La posizione del 40enne rivano si è quindi aggravata e dovrà ora giustificare, oltre al furto di rame, anche il possesso dell'attrezzo rubato. Nel corso dell'inchiesta è stata eseguita anche una perquisizione domiciliare in casa di un artigiano edile rivano dove è stato trovato un generatore elettrico del valore di 4500 euro rubato durante il "colpo" al cantiere di Tenno. L'artigiano è stato quindi denunciato per ricettazione, l'ipotesi è che a vendere il generatore all'artigiano sia stato proprio il 45enne in precedenza arrestato. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Servizi bar e ristorazione all’aperto: tutte le indicazioni

social

Offerte di lavoro: in Trentino si cercano marinai

Attualità

La bozza del decreto riaperture: le nuove regole fino al 31 luglio

Attualità

Tutti i canti popolari del Trentino disponibili online

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento