Cronaca

Giallo Neumair, l'ecoscandaglio ha individuato una sagoma: sospese le ricerche per il buio

Una fuga di notizie aveva fatto sperare nel ritrovamento del secondo corpo, ma non è ancora arrivata la conferma

Sono state sospese le ricerche del corpo di Peter Neumair, l'uomo scomparso il 4 gennaio insieme alla moglie Laura Perselli a Bolzano. Lo ha comunicato Ansa nel tardo pomeriggio di martedì 9 febbriao, dopo aver precisato che la fuga di notizie di qualche ora prima, che affermavano il ritrovamento del secondo corpo, non sarebbero state confermate dagli inquirenti. Il cadavere di Laura, invece, è stato trovato sabato 6 febbraio, a sud di Egna, nel fiume Adige che era stato abbassato di circa 30 centimetri per agevolare le ricerche.

peter laura neumair scomparsi-2-2

Le ricerche, che proseguono da giorni, sono state sospese per il buio ma le squadre di sommozzatori torneranno mercoledì 10 febbraio proprio nel punto in cui avrebbero individuato una sagoma con l'ecoscandaglio. Quanto riscontrato dal macchinario potrebbe essere riconducibile a un corpo umano, ma si attendono le conferme. Il punto in cui sarebbe stata individuata la sagoma è vicino al centro di sperimentazione agraria Laimburg, a circa nove chilometri dal ponte di Ischia Frizzi, dove erano state trovate quelle macchie di sangue poi risultate essere compatibili con quelle di Peter. 

benno neumair facebook-2-2

Intanto i legali di Benno Neumair, il figlio della coppia che si trova in carcere con l'accusa di duplice omicidio e occultamento di cadavere, hanno chiesto di annullare l'ordinanza di custodia cautelare che grava sulla sua testa, ma il tribunale del riesame deve ancora comunicare la sua decisione. Il giovane, a detta dei suoi legali, «in fondo ha sempre avuto la speranza che i suoi genitori fossero vivi». 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giallo Neumair, l'ecoscandaglio ha individuato una sagoma: sospese le ricerche per il buio

TrentoToday è in caricamento