Cronaca

Le città in cui gli italiani vorrebbero vivere: Trento 72esima

Quanto sarebbero disposti a pagare gli italiani per trasferirsi a Trento? Secondo i dati dell'Università Bicocca, per venire a vivere nel capoluogo trentino, le persone dovrebbero essere ricompensate con 1231 euro

Quanto sono disposti a pagare gli italiani per scegliere dove vivere? Questa è la domanda che si sono posti Alessandra Michelangeli, Emilio Colombo e Luca Stanca, ricercatori dell'Università di Milano-Bicocca, e sulla quale hanno impostato un'indagine basata sul cosiddetto "metodo edonico", che prende in considerazione il riflesso delle caratteristiche del territorio sui prezzi delle abitazioni e sul valore delle retribuzioni, misurando la disponibilità a pagare dei cittadini, in termini di euro all’anno, per spostarsi da una città ad un'altra. 

E quanto sarebbero disposti a pagare gli italiani per trasferirsi a Trento? A quanto pare niente. Secondo i dati della ricerca, per venire a vivere nel capoluogo trentino, le persone dovrebbero essere invece ricompensate di 1231 euro all'anno.
 
Trento si situa infatti al settantaduesimo posto (dopo Aosta e prima di Rieti; Bolzano invece si trova tre posizioni più in basso). Una spiegazione a questo strano piazzamento (che peraltro va a scontrarsi con altre classifiche sulla qualità della vita) si può forse trovare nelle parole dei ricercatori. "L’idea alla base del metodo edonico – spiegano infatti Stanca, Colombo e Michelangeli – consiste nel misurare la qualità della vita utilizzando una serie di caratteristiche del territorio di natura ambientale, demografica e socioeconomica. Queste caratteristiche sono comunemente indicate con il termine amenities o amenità. Le amenità sono le caratteristiche o gli elementi di una città che hanno un impatto positivo sul benessere dei suoi abitanti".
 
I dati presentati nella ricerca dicono quindi che tali "amenities" sono determinanti ai fini della scelta di decurtarsi parte del reddito pur di vivere in una particolare città. Questo lascia pensare che - seguendo la ricerca condotta dai tre economisti - nonostante la qualità della vita a Trento sia molto elevata, le "amenità" offerte dalla città non sono in grado di offrire un grado di "desiderabilità" tale da indurre gli italiani a pagare pur di trasferirvisi.
 
Pisa, Trieste e Bologna si piazzano invece ai vertici della classifica. Pur di vivere in queste città, gli italiani sarebbero disposti a pagare rispettivamente 5241, 4162 e 3847 euro all'anno. Tuttavia, chiariscono gli autori dell'indagine, "con questo lavoro non vogliamo stabilire dove si viva meglio ma, basandoci sui prezzi di mercato degli immobili a uso abitativo, rivelare le valutazioni implicite degli individui rispetto alle caratteristiche delle città".
 
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le città in cui gli italiani vorrebbero vivere: Trento 72esima

TrentoToday è in caricamento