Cronaca Centro storico / Via Gian Domenico Romagnosi

Ricatto sessuale online: cinquantenne consegna più di 100mila euro, poi chiama la Guardia di Finanza

Vittima un imprenditore trentino, una relazione virtuale che si trasforma in incubo: "Pagaci o diffondiamo le foto"

Truffa online a sfondo sessuale per un cinquantenne trentino. La cifra del ricatto è esprbitante: l'uomo avrebbe consegnato un totale di 100mila euro prima di rivolgersi, ormai disperato, alla Guardia di Finanza. Grazie ad un particolare protocollo avviato lo scorso luglio, che ha portato all'istituzione di uno Sportello Sicurezza presso Confcommercio, è scattato un intervento che rapidamente ha portato ad identificare ed arrestare i truffatori, due giovani di 27 e 20 anni, ed un uomo quarantunenne.

Come speso accade in questi casi l'amo viene gettato in siti di incontri on live: una giovane donna si sarebbe proposta alla vittima iniziando un'intenso scambio di messaggi per poi arrivare allo scambio di foto sessualmente esplicite. Convinto della buona fede della donna il malcapitato cinquantenne avrebbe perseverato nella relazione virtuale che, improvvisamente, si è trasformata in un incubo. Se il copione è quello visto in molti altri casi, ovvero denaro per non divulgare il materiale in possesso della donna, la cifra è decisamente furi dal comune: 100mila euro, versati volta per volta, con richieste crescenti da qualche migliaia fino a decine di migliaia di euro. L'ultima, 8.000 euro, per "chiudere la faccenda". 

La Guardia di Finanza è intervenuta proprio prima dell'ultima tranche: l'uomo, stremato anche dal punto di vista finanziario, si è rivolto allo Sportello Sicurezza di Confcommercio, uno sportello anti-estorsione dedicato per lo più a proteggere gli esercenti dai ricatti di usurai e criminalità organizzata, che però ha funzionato alla perfezione anche in questo ambito. Per l'ultimo pagamento è stato chiesto di potersi vedere dal vivo. La vittima ha fissato ora e luogo con i truffatori, ma all'appuntamento si sono presentati anche i finanzieri in borghese: al momento della consegna del denaro sono usciti allo scoperto arrestando in flagranza gli estorsori. Le indagini proseguono per cercare eventuali altri complici. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ricatto sessuale online: cinquantenne consegna più di 100mila euro, poi chiama la Guardia di Finanza

TrentoToday è in caricamento