Ala: sacerdote dimissionario per "anomalie contabili", in realtà era vittima di ricatto

Vittima di un ricatto don Ezio Seppi, parroco dimmissionario dopo alcune "anomalie contabili". La Curia avrebbe agito su segnalazione della Procura, che indaga su un caso di estorsione

Ci sarebbe altro, oltre a delle "anomalie contabili", dietro le dimissioni presentate da don Ezio Seppi, parroco della Bassa Vallagarina. La Curia ha parlato di controlli sulla contabilità delle parrocchie da lui gestite, a seguito di "segnalazione da parte dell'autorità giudiziaria".

La segnalazione potrebbe essere scaturita da un'altra indagine, quella che vedrebbe don Seppi vittima di un tentativo di estorsione. Come riportano i quotidiani Trentino e L'Adige oggi, verso fine novembre un 35enne cittadino romeno è stato arrestato con l'accusa di estorsione. Avrebbe dovuto ricevere circa 4.000 euro in contanti dalle mani del sacerdote, ma all'appuntamento erano presenti i carabinieri. Due donne, connazionali dell'arrestato, risulterebbero indagate come complici. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Accoltellato alla gola dal fratello per strada a Borgo Valsugana: trasportato in ospedale

  • Lingotti d'oro, sala cinema in casa e poster de 'Il padrino': arrestato 'Pablo Escobar trentino'

  • Spormaggiore, 31enne colpito alla testa da un tombino al passaggio di un'auto: grave

  • Camionista trovato senza vita nella sua cabina: era morto da tre giorni

  • Il 'gambero killer' americano trovato in Trentino

  • Previsioni del tempo, neve in arrivo anche a bassa quota

Torna su
TrentoToday è in caricamento