Ala: sacerdote dimissionario per "anomalie contabili", in realtà era vittima di ricatto

Vittima di un ricatto don Ezio Seppi, parroco dimmissionario dopo alcune "anomalie contabili". La Curia avrebbe agito su segnalazione della Procura, che indaga su un caso di estorsione

Ci sarebbe altro, oltre a delle "anomalie contabili", dietro le dimissioni presentate da don Ezio Seppi, parroco della Bassa Vallagarina. La Curia ha parlato di controlli sulla contabilità delle parrocchie da lui gestite, a seguito di "segnalazione da parte dell'autorità giudiziaria".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La segnalazione potrebbe essere scaturita da un'altra indagine, quella che vedrebbe don Seppi vittima di un tentativo di estorsione. Come riportano i quotidiani Trentino e L'Adige oggi, verso fine novembre un 35enne cittadino romeno è stato arrestato con l'accusa di estorsione. Avrebbe dovuto ricevere circa 4.000 euro in contanti dalle mani del sacerdote, ma all'appuntamento erano presenti i carabinieri. Due donne, connazionali dell'arrestato, risulterebbero indagate come complici. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidenti, schianto violentissimo con un cervo: morto motociclista

  • Frecce Tricolori sui cieli di Trento: ecco quando vederle

  • Frecce Tricolori sopra Trento: quando vederle

  • Tentano di entrare in Italia illegalmente. l'Austria non li riprende, portati in Questura a Bolzano

  • L'orso e il ragazzo, la Provincia: "Il video è vero, comportamento esemplare"

  • Aumentano i contagi, 3 decessi. Fugatti: "Riapriremo gli asili l'8 giugno"

Torna su
TrentoToday è in caricamento