Cronaca via Belenzani

Renzi a Trento: la diretta

In questa pagina pubblicheremo in diretta gli aggiornamenti dall'incontro "Italia, Francia e le riforme" in programma al 10° Festival dell'Economia di Trento alle ore 15.00, che vedrà il Presidente del Consiglio Matteo Renzi confrontarsi con il Primo Ministro francese Manuel Valls

?16.42 La cosa più difficile in un anno di governo? "La cosa che mi fa più paura è quando vedo che alcune pubbliche amministrazioni si danno del "voi", considerando cioè loro stesse come repubbliche autonome all'interno della Repubblica Italiana: non so quanto ci metteremo ma noi vogliamo cambiare completamente il sistema della pubblica amministrazione in questo Paese"

16.39 ?Valls: "D'accordo con Matteo, vogliamo rappresentare pari condizioni di partecipazione, ma la sinistra deve rispondere a crisi di identità, credo sia la cosa più difficile ma anche più appassionante: rivolgersi a tutte le classi sociali"

16.36 Renzi: "Sinistra è partire dalla stessa linea: figlio di operaio o figlio di padrone, e poi giocarsela"

?16.29 Valls: "Scambiare l'asilo politico con l'immigrazione clandestina è la confusione più grande che si possa fare, allora solo il populismo ne trae vantaggio". Gruber: domani Salvini probabilmente aumenterà di molto i suoi voti

?16.25 Valls: "Europa tutta rivolta ad est, ha dimenticato di avere un ruolo preponderante anche nel Mediterraneo, l'Africa è il continente che crescerà di più dal punto di vista economico e demografico. Basta buonismo e solidarietà per l'Africa: ci vuole un progetto preciso, investimenti, altrimenti avremo sempre di questi problemi. Ora 5 paesi su 28 accolgono il 75% dei richiedenti asilo"

16.22 Renzi: "Ho preso un impegno: andremo a recuperare quel barcone e daremo una sepoltura a quelle donne ed a quegli uomini in Italia, la coscienza non si inabissa"

?16.17 Immigrazione, Renzi: "Quelli che dicono teneteli a casa loro, ricordino che questo Paese ha avuto il più alto tasso di investimento in cooperazione internazionale: si vada in Africa ad investire, sono stato il primo premier italiano ad andare al di sotto del Sahara"

?16.13 Si affronta finalmente il tema del festival: la mobilità sociale. Valls: "Non tutto è colpa dell'Europa, se oggi un figlio di francesi ha meno possibilità di studiare è colpa della Francia, abbattere le disuguaglianze interne deve essere il primo obiettivo, le disuguaglianze alimentano il populismo"

?16.07 Renzi: "Se l'italia avesse fatto il jobs act, pubblica amministrazione, giustizia civile, oggi non saremmo un Paese che da anni cresce con numeri da prefisso telefonico". "Se la sinistra ha ancora paura di chi crea posti di lavoro fa un errore storico, non bisogna avere paura di Marchionne, bisognerebbe dirgli grazie: questa è la differenza tra chi chiacchiera e chi fa"

?15.55 Valls: "Ad inizio millennio la Germania era il Paese malato d'Europa, ma hanno fatto riforme che hanno reso competitive le aziende ed il lavoro, molto più che Francia e Italia. Dobbiamo fare le riforme insieme agli italiani". Renzi accusato di aver fatto una riforma del lavoro di destra, Valls: "Benvenuto nel club"

15.50 "La finanza non è il nemico, la finanza ha però distrutto un pezzo di economia che adesso deve essere messo in grado di ripartire". La ricetta per creare lavoro è pagarlo meno? "L'imprenditore deve pagarlo meno". Riforma del lavoro: i lavoratori crescono o si trasformano? "Io sto con la prima, ma anche se fosse sarebbe una conquista, vuol dire che da precario diventi  titolare di diritti"

?15.46 "Preferisco che le aziende si quotino in borsa, preferisco la borsa al capitalismo di relazione, familiare, che ha fatto la storia del Paese ma non funziona più"

?Nel frattempo un corteo con una cinquantina di partecipanti si sta muovendo per le vie del cento storico. I manifestanti esprimono dissenso per la politica del governo Renzi, chiamato "il mostro di Firenze"

15.41 Renzi: "Lisbona ha fallito, grande sogno Europa guida del mondo, bisogna puntare al 2040 per una crescita che sia anche crescita di occupazione". Valls: "Non si può essere di sinistra senza essere contro il potere finanziario". Renzi: "abbiamo alzato la tassazione dal 20% al 26% sulle transazioni finanziarie abbassando l'Irap"

15.31 ?Stop austerity! Renzi: "l'Europa deve investire sulla crescita, l'Italia lo farà da settembre con una determinazione che non immaginate neanche. Un anno fa l'Italia era la malata d'europa, ora le cose stanno cambiando: il debito è alto, si taglia non sulla spesa, ma sugli investimenti, è il problema della classe politica italiana. Una riduzione di possibilità di spesa devastante: anche a Trento nel 2009 erano previsti 80 milioni di opere pubbliche, ora sono 24". Andreatta tra il pubbllico annuisce

?15.22 Renzi: "Siamo in silenzio elettorale, non si parla di politica, io stesso non sono stato eletto, l'appuntamento di domani non è un test pro o contro Renzi, le elezioni locali hanno valore locale. Ringrazio il sindaco Andreatta e gli faccio un grosso in bocca al lupo , ma Trento non è stato certo un test nazionale. Parlo delle europee: se sono considerate un test di governo ci ritroveremo in Europa non persone preparate ma pro o contro un governo". 

?15.18 Ancora gag: Renzi abbozza qualcosa in inglese, Lilli Gruber risponde in perfetto tedesco, ma il premier replica: "l'economia del futuro parlerà italiano e francese". Poi racconta che il nonno di Valls ha scritto l'inno del Barcellona

?15.16 La tensione tra rivoluzionari e riformisti ha caratterizzato settant'anni di storia in Italia, il dogma più forte della sinistra è il lavoro, un anno fa si pensava di difenderlo difendendo l'articolo 18, io penso di difenderlo difendendo i lavoratori

15.09 E' iniziato l'incontro moderato dalla giornalista de La7 Lilli Gruber, gag iniziale sulle poltrone: "Chi è più di sinistra o più di destra?". Valls risponde "io lo sono", Renzi: "io più di lui"

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Renzi a Trento: la diretta

TrentoToday è in caricamento