Cronaca

Droga, alcol, patenti ritirate, omissione di soccorso, furti e soldi falsi: l'intenso fine settimana dei carabinieri altoatesini

Notevole è stato l’impegno sulle strade per l’incremento di veicoli in circolazione con automobilisti e carte di circolazione che parlano quasi tutte le lingue dell’Unione Europea

I militari del Comando provinciale Carabinieri di Bolzano hanno “messo in campo” tutte le forze disponibili per garantire, a turisti e residenti, un fine settimana ferragostano più sereno e tranquillo possibile, considerato l’aumento notevole di presenze sia nei centri abitati che per strada, ma anche e soprattutto sui sentieri e nelle baite in montagna. Notevole è stato l’impegno sulle strade per l’incremento di veicoli in circolazione con automobilisti e carte di circolazione che parlano quasi tutte le lingue dell’Unione Europea.

Alcol e patenti

Sei le segnalazioni alla procura della Repubblica di Bolzano per il reato di guida in stato di ebbrezza. Una trentacinquenne veneta ha causato un incidente in piena notte sulla strada da Bolzano ad Appiano. Sottoposta a test etilometrico, ha segnato un risultato “notevole” di quattro volte il limite consentito. Il suo veicolo è stato sottoposto a fermo.

Ma la val Pusteria anche questo weekend si distingue in negativo per l’alcol al volante. A Monguelfo, tra venerdì e sabato, una lavoratrice stagionale 45enne, sottoposta a etilometro, ha segnato più di 0,8 grammi di alcol per litro di sangue. Nello stesso orario i carabinieri della Compagnia di Brunico, in un posto di controllo sulla statale, hanno ritirato tre patenti e denunciato altrettanti conducenti per lo stesso motivo. Un turista lucano trentenne e un badiota 47enne sono andati ben oltre gli 1,5 grammi di alcol per litro, subendo anche il sequestro dei mezzi. Mentre un giovane di Campo Tures ha perso la patente ma salvato il veicolo poiché si è fermato a 0,84 g/l. I militari hanno anche contestato cinque violazioni minori (amministrative) del codice della strada. Infine nella Bassa Atesina, sulla SP14 a Caldaro un ventenne di Laives ha superato i 2 grammi di alcol per litro di sangue, perdendo patente e auto. È stato il valore più alto del weekend.

Omissione di soccorso

Nella mattinata di sabato 14 agosto, i militari della stazione carabinieri di Laives hanno denunciato per omissione di soccorso una cinquantenne che nella notte, invadendo la corsia dell’opposto senso di marcia sulla statale del Brennero all’altezza di Ora, è andata a collidere contro l’auto di un gruppo di turisti vicentini, entrambi rimasti feriti e finiti ricoverati in ospedale. La donna ha quindi abbandonato l’auto sul posto ed è scappata in mezzo alla campagna. Probabilmente non voleva essere sottoposta a etilometro perché comunque dalla targa del mezzo i carabinieri sono arrivati agevolmente a lei, però dopo diverse ore, quando un etilometro sarebbe stato ormai inutile.

Droga, squestri e denunce

In val Badia l’arrivo dell’unità del Nucleo carabinieri cinofili di Laives ha permesso di sequestrare un modesto quantitativo di droga. Un servizio congiunto dei carabinieri Corvara e di Badia ha portato alla denuncia a piede libero di un barman della valle e al sequestro di 10 grammi di hashish e 12 grammi di marijuana, oltre a un bilancino di precisione. Stessa sorte per tre giovani turisti, due lombardi e un rodigino, con il sequestro complessivo di 15 grammi di marijuana. E, infine, gli assuntori di droghe segnalati al Prefetto sono stati tre, in possesso di modiche quantità di “erba”, due lombardi e un veneto.

Furti e soldi falsi

A Merano due nullafacenti, già noti per i furti dei giorni scorsi, sono stati sorpresi all’interno di uno stabile di proprietà privata in disuso, che avevano arbitrariamente occupato. In quella circostanza una dei due è stata trovata in possesso di un telefono smartphone che da accertamenti è risultato oggetto di furto perpetrato qualche giorno prima in danno di un pensionato turista bresciano. Per entrambi il reato d’invasione di edifici, per lei anche ricettazione.

Ancora a Merano, un giovane del luogo è stato sottoposto a perquisizione nei pressi del parco Bersaglio e in tasca aveva 820 euro in banconote da 20 con identico numero seriale. Le banconote false sono state sequestrate e il giovane denunciato per possesso di valori falsi.

A Cermes i militari di quella Stazione hanno fermato e sottoposto a controllo un 33enne meranese che aveva una patente di guida risultata falsa. Lo stesso, perquisito, aveva indosso un coltello. È stato quindi denunciato per porto di oggetti atti a offendere, falso e guida senza patente.

Infine a Bolzano, i militari della Radiomobile, in piena notte in una via residenziale di Gries hanno fermato un noto “topo di appartamento” in sella a una bicicletta nuova che poi s’è scoperto mancante da un’abitazione non molto lontano dal luogo del controllo. La bici è stata restituita e il 35enne pregiudicato bolzanino denunciato per ricettazione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Droga, alcol, patenti ritirate, omissione di soccorso, furti e soldi falsi: l'intenso fine settimana dei carabinieri altoatesini

TrentoToday è in caricamento