Reati in calo del 20% nel 2016, aumentano le denunce per violenza domestica

I dati sono stati diffusi nella conferenza stampa di fine anno dal Questore D'Ambrosio, che ha sottolineato l'importante ruolo non solo repressivo ma anche di prevenzione svolto dalle forze dell'ordine

Reati in calo  del 20% a Trento: è questo il dato generale, e molto positivo, fornito oggi dal Questore Massimo D'Ambrosio per la conferenza stampa  di fine anno. Si è passati dai 19.058 reati denunciati (o perseguiti d'ufficio) del  2015 ai 15.114 del 2016. Il Questore ha sottolineato l'importanza della pevenzione, e quindi non solo della repressione della criminalità, spesso invocata dai cittadini.

Tra i reati che mostrano una diminuzione più significativa ci sono proprio i furti, particolarmente temuti dai residenti: si è passati dai 9.719 del 2015 agli 8.026 dell'anno che sta per concludersi. Non è così purtroppo per reati meno "eclatanti" ma altrettanto odiosi come la truffa, quasi sempre a danno di persone anziane, e reati consumati nel silenzio delle mura domestiche come le violenze in famiglia, in aumento del 50%, e lo stalking, contemplato come reato specifico nel 2009.

Anche in questo caso, però, la notizia potrebbe essere vista anche in senso positivo poichè l'aumento di reati di questo tipo potrebbe corrispondere in realtà ad un aumento delle denunce, e quindi ad una maggior fiducia nelle forze dell'ordine da parte delle vittime di violenze domestiche 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lanterne in ogni casa per Natale: il Comune le recapiterà a tutti i trentini

  • Trentino zona arancione? Fugatti: "Si saprà domani"

  • Il Trentino rimane zona gialla: ordinanza del Ministro, per ora non cambia nulla

  • Trentino giallo, arancione o rosso? Fugatti non esclude niente

  • Coronavirus: 14 decessi in Trentino. Fugatti: "Restiamo zona gialla ma il numero di ricoveri è critico"

  • Bollettino coronavirus: +276 positivi e 3 decessi in Trentino

Torna su
TrentoToday è in caricamento