Cronaca Rovereto

San Pietroburgo: una roveretana vince il concorso di traduzione Italo - russo

E' Giorgia Pomarolli di Rovereto la vincitrice della terza edizione del premio Raduga, concorso letterario italo russo per giovani autori - sezione 'miglior traduttore italiano dell'anno 2012'.

E’ Giorgia Pomarolli di Rovereto la vincitrice della terza edizione del premio Raduga, concorso letterario italo russo per giovani autori - sezione ‘miglior traduttore italiano dell’anno 2012’. Classe 1987, laurea in Lingua e Letteratura  Russa conseguita presso l’Università di Trento, Giorgia Pomarolli si aggiudica il premio grazie alla traduzione de ‘La preghiera’ di Ksenija Romanova, giovane scrittrice di San Pietroburgo, per aver “dimostrato un'ottima conoscenza sia della lingua italiana che di quella russa, dando prova di grande sensibilità e attenzione per le sfumature del linguaggio”.

Sono oltre 250 gli inediti vagliati dalla giuria italo russa presieduta da Inge Feltrinelli, presidente Feltrinelli Editore, e da Vladimir Makanin, uno dei maggiori scrittori russi degli ultimi 20 anni.Istituito nel 2010 dall’Associazione Conoscere Eurasia con sede a Verona e dall’Istituto letterario Gorky di Mosca, il premio Raduga si propone di rafforzare i rapporti culturali italo russi, offrendo ai giovani autori e traduttori dei due Paesi l’opportunità di affacciarsi al mondo letterario in un contesto internazionale. Infatti le opere finaliste saranno pubblicate sull’Almanacco Letterario, distribuito sia in Italia che in Russia.

La premiazione sarà venerdì 29 giugno a San Pietroburgo. Ospiti d’onore i cinque finalisti del Premio Strega 2012.Il premio Raduga è patrocinato da Rospečat, Agenzia Federale della Stampa e delle Comunicazioni di Massa in collaborazione con l’Istituto Italiano di cultura. Sponsor del premio: Banca Intesa Russia, Libreria Feltrinelli e il gruppo editoriale russo Azbuka-Atticus.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

San Pietroburgo: una roveretana vince il concorso di traduzione Italo - russo
TrentoToday è in caricamento