Rapina a mano armata alle Poste di Ravina

Sono arrivati con una moto, hanno fatto irruzione nell'ufficio con i caschi in testa e le pistole in pugno. Attimi di paura per le due dipendenti ed alcuni clienti

Stanno bene le due dipendenti delle Poste di Ravina, così come i clienti presenti nell'ufficio postale quando, questa mattina, due uomini armati hanno fatto irruzione intimando a tutti di alzare le mani per poi farsi consegnare il denaro presente allo sportello. E' successo verso le nove del mattino.

Oggi, lunedì  2 ottobre, è giorno di pagamenti, come ogni primo lunedì del mese. Pensioni, invalidità, e altri tipi di indennità: i due sono arrivati in sella ad una moto, sono entrati con i caschi in testa brandendo le pistole, non si sa ancora se vere o, come spesso accade, finte. 

Secondo una prima stima il bottino ammonterebbe ad alcune migliaia di euro. I due si sarebbero fatti consegnare solamente il contante disponibile allo sportello, sapendo che gran parte del denaro è custodita in una cassaforte temporizzata, per poi scappare il più rapidamente possibile.

Sul posto si sono apena conclusi i rilievi della Polizia Scientifica, grazie ai quali si tenterà di dare un nome ed un volto ai rapinatori. L'ufficio postale rimane chiuso, mentre la consegna della posta nel sobborgo procede regolarmente.

20171002_094320-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La lotteria degli scontrini dal primo dicembre (e il cashback in arrivo)

  • Operazione «Maestro»: scacco matto dei carabinieri ai grossisti della droga

  • Tutti i proverbi trentini sulla neve

  • Preore, un'altra tragedia stradale: muore una 16enne, altri 3 giovani in gravi condizioni

  • Via Suffragio, tutti a cercare la fede nuziale perduta: una fiaba a lieto fine

  • Il Dpcm delle regole di Natale 2020 cambia verso: niente eccezioni per nonni, genitori e figli

Torna su
TrentoToday è in caricamento