Domenica, 14 Luglio 2024
Violenza

Due ragazzine palpeggiate nelle parti intime e inseguite da un uomo

Appena l'hanno visto avvicinarsi a loro hanno urlato e sono scappate. Una donna, assistendo alla scena, ha chiamato la polizia che, dopo un'intensa caccia all'uomo, è riuscita a trovarlo

Mattinata orribile quella vissuta da due ragazzine ieri mattina, giovedì 13 giugno, a Bolzano. Le due sono state avvicinate da un uomo e, appena lo hanno visto, sono scappate urlando. Lì vicino c’era un “nonno vigile” (ovvero uno di quei signori che muniti di divisa arancione e paletta sorvegliano le entrate e le uscite delle scuole e gli attraversamenti pedonali) che, comprendendo che qualcosa non andava, gli ha intimato di andarsene, altrimenti avrebbe chiamato la polizia.

Polizia che è stata sì chiamata, ma da una donna che ha assistito alla scena e alla quale si sono rivolte le due ragazze che, come riferito dalla questura di Bolzano, le hanno detto di essere state entrambe pesantemente e ripetutamente palpeggiate nelle parti intime da uno straniero sconosciuto.

L’uomo, a quel punto, si è allontanato in via Gries, forse inconsapevole del fatto di essere stato fotografato dalla donna, con la sua foto diramata a tutte le pattuglie. Mentre le due ragazze sono state messe al sicuro, è partita la caccia all’uomo, terminata un’ora dopo con una pattuglia che lo ha raggiunto e bloccato in corso Italia.

Portato in questura l’uomo, un 31enne nigeriano clandestino in Italia e senza fissa dimora, è stato sottoposto a un fermo e poi portato nella casa circondariale di Trento. Nei suoi confronti, il questore di Bolzano Paolo Sartori ha emesso un decreto di espulsione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Due ragazzine palpeggiate nelle parti intime e inseguite da un uomo
TrentoToday è in caricamento