Ragazza disabile violentata per mesi: tre arresti, sui cellulari le foto shock

Più di cento foto incastrerebbero due fratelli sessantenni ed un 82enne della Valsugana

Violenze sessuali su una ragazza disabile: tre persone arrestate dalla Questura di Trento con l'accusa di aver abusato per mesi di una ventenne con gravi patologie cognitive. In manette sono finiti due fratelli, di 64 e 59 anni, ed un 82enne, residenti in Valsugana. 

La vicenda shock è stata scoperta dagli investigatori dopo la segnalazione alla Polizia postale da parte della madre della ragazza, la quale si era accorta del disagio espresso, sebbene non apertamente, dalla figlia.

L'inizio delle indagini risale a marzo 2020. Le indagini hanno portato alla scoperta di una situazione agghiacciante: la prova schiacciante sarebbero circa 140 fotografie dal contenuto ritenuto "inequivocabile", ritrovate nella memoria dei cellulari dei tre. 

Secondo quanto riferito durante la presentazione delle indagini uno dei tre arrestati avrebbe conosciuto la ragazza sui social network. Dopo aver carpito la fiducia della vittima sul web sarebbe avvenuto il primo incontro reale a casa del più anziano dei tre, ed in seguito numerosi episodi di violenza reiterati, con minacce alla ragazza per costringerla a mantenere il segreto per circa un anno.

Al termine delle indagini gli agenti si sono presentati presso le abitazioni dei tre per sequestrare computer e telefonini ed eseguire i mandati d'arresto. Il più anziano, 82 anni, si trova ai domiciliari per limiti d'età. I due fratelli sono in carcere a disposizione dell'autorità giudiziaria.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La lotteria degli scontrini dal primo dicembre (e il cashback in arrivo)

  • Stelle Michelin: due novità e sette conferme in Trentino

  • Preore, un'altra tragedia stradale: muore una 16enne, altri 3 giovani in gravi condizioni

  • Poche speranze per gli impianti sciistici, anche se l'Rt è in calo: arrivano i ristori

  • Il Dpcm delle regole di Natale 2020 cambia verso: niente eccezioni per nonni, genitori e figli

  • Tragedia a Preore, auto esce di strada: è deceduta una persona

Torna su
TrentoToday è in caricamento