"Questura di Trento al collasso. Pochi agenti contro decine di delinquenti"

Il sindacato autonomo di polizia: uomini e donne in divisa non riposano più: in soli due anni infatti, sono state registrate 50 unità in meno con un rinforzo di 2-3 persone

"La situazione a Trento per quanto riguarda gli operatori di Polizia di Stato, è davvero grave. Uomini e donne in divisa non riposano più, a fronte di turni massacranti dovuti alla grave carenza di personale. In soli due anni infatti, sono state registrate 50 unità in meno con un rinforzo di 2-3 persone. Molti hanno cessato l’operatività per motivi fisici, altri per limite d’età. Il limite d’età infatti, è un’altra pecca per la Polizia di Trento: i poliziotti hanno un’età media di 51 anni". Il Sindacato autonomo di polizia di Trento  interviene con una nota molto dura in merito alla situazione presso la Questura di Trento.

A fronte del grave episodio verificatosi lo scorso mese, quando una volante con tre operatori è stata letteralmente presa d’assalto da circa 30 persone di nazionalità marocchina e magrebina, la segreteria provinciale del Sindacato autonomo di Polizia di Trento aveva chiesto al questore di prendere un provvedimento e di rivolgersi al Dipartimento di Pubblica Sicurezza per tutelare gli uomini e le donne in divisa. Da Roma a quanto pare, non è giunta alcuna risposta.

"I fenomeni criminosi tra extracomunitari a Trento, sono molto diffusi. Si tratta di vere e proprie faide tra diverse etnie che si contendono le piazze di spaccio di sostanze stupefacenti. Nei vari interventi mirati al contrasto di questi fenomeni, sono state perse circa 15 unità tra il personale in servizio, a causa dei vari ferimenti - si legge ancora nella nota -. I poliziotti sono sempre più spesso vittime di aggressioni con bottiglie di vetro e spranghe di ferro nella più totale indifferenza del Dipartimento. Tutto quanto accaduto lo scorso mese, era già stato ampiamente previsto dal Sap lo scorso anno, in una lettera indirizzata al Capo della Polizia. In quella lettera si chiedeva appunto di focalizzare l’attenzione sulla situazione della Questura di Trento, in evidente stato di declino".

"La Polizia è costretta ad effettuare controlli da sola, con i pochi uomini e mezzi a disposizione, senza alcun ausilio da parte di altre forze presenti sul territorio. La situazione è abbastanza critica se consideriamo anche, che in questo momento Trento ospita buona parte della serie A e della serie B. La città ha numerose esigenze di ordine pubblico alle quali non può e non riesce a far fronte perché manca il personale. Tra l’altro, come sottolinea Gianni Tonelli, Segretario Generale del Sindacato Autonomo di Polizia (Sap), si tratta di una situazione che interessa gli operatori di Polizia su tutto il territorio nazionale. Nelle Forze dell’Ordine mancano 50.000 uomini, di cui 20.000 solo nella Polizia di Stato". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, rientra in Italia senza fare quarantena e dà una festa: focolaio in Trentino

  • Schianto in moto: muore 46enne, gravissima l'amica

  • Viveva in Trentino e aveva circa 20 anni il ragazzo trovato morto su un treno

  • Allerta meteo in Trentino: in arrivo nubifragi e grandine

  • Trovato il corpo senza vita di un giovane sopra al treno proviente da Trento

  • Trentino, visite specialistiche gratuite per le donne: come effettuarle

Torna su
TrentoToday è in caricamento