rotate-mobile
Lunedì, 17 Giugno 2024
Migranti

Richiedenti asilo, l’Assemblea Antirazzista Trento annuncia il presidio per il 2 dicembre

Manifestazione davanti al Commissariato del Governo contro i trasferimenti e l’esclusione dall’accoglienza

La questione degli oltre 330 richiedenti asilo esclusi dall’accoglienza agita l’Assemblea Antirazzista Trento. Il dito puntato è sui trasferimenti nel Cas (Centro accoglienza straordinaria) in Sardegna dei migranti giunti in Trentino nei mesi scorsi attraverso la rotta balcanica, ai quali, in alternativa, era stata paventata l’esclusione dall’accoglienza.

“Un out out inaccettabile, di terribile gravità, imposto ad esseri umani stremati da mesi di violenze e maltrattamenti subiti nel duro percorso di attraversamento dei Balcani guidati dalla giusta e disperata ricerca di una vita dignitosa. Una pratica che riduce centinaia di persone alla stregua di merce da spostare da un posto all’altro. Una scelta contraria a quanto anche altri soggetti istituzionali come la chiesa trentina e gli imprenditori hanno proposto. Tutti coloro che non accetteranno il forzato trasferimento in Sardegna saranno inevitabilmente costretti a vivere in strada e privati di qualunque forma di assistenza e tutela” scrive l'Assemblea Antirazzista Trento in un comunicato.

E mentre da un lato è stata inviata una lettera che ha raccolto numerose firme di associazioni e privati rivolta al presidente della Provincia Maurizio Fugatti, al prefetto Gianfranco Bernabei, al sindaco di Trento Franco Ianeselli, al questore Maurizio Improta e al presidente del consorzio dei comuni trentini e del consiglio delle autonomie locali, Paride Gianmoena, in cui si chiede che il Trentino sia terra d’accoglienza, dall’altro è stata organizzata una mobilitazione.

Venerdì 2 dicembre alle 17, infatti, l'Assemblea Antirazzista Trento manifesterà nel capoluogo davanti al Commissariato del Governo per chiedere una giusta e dignitosa accoglienza in Trentino per quanti vivono in strada e che hanno deciso di restare in provincia, ma anche chiarimenti sui trasferimenti al Cas in Sardegna e sulla ripresa dell’accoglienza diffusa sul territorio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Richiedenti asilo, l’Assemblea Antirazzista Trento annuncia il presidio per il 2 dicembre

TrentoToday è in caricamento