Rizzi, animalista condannato in appello, querela il sindaco di Calliano

Condannato in appello per le offese via facebook a Diego Moltrer ora sporgerà a sua volta denuncia per diffamazione

Condannato in appello minaccia querela: l'animalista Enrico Rizzi, noto in trentino per le proteste legate all'uccisione dell'orsa Daniza, condannato in appello per gli insulti su facebook dopo la more del  consigliere provinciale Diego Moltrer, ha dichiarato che sporgerà denuncia per diifamazione contro il sindaco di Calliano e due residenti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il sindaco definì su facebook "leone da tastiera" il rpesidente del Movimento Animalista e, con tono ironico, "superavvocato" il suo legale, che ora  oltre all'annunciato ricorso in Cassazione per la vicenda Moltrer, seguirà le tre querele che riguardano altri due privati cittadini: uno definì Rizzi "infame", l'altro scrisse:  "più che farlo pagare bisognerebbe sbattergli la testa contro un muro finchè non chiede scusa piangendo per tutto quello che gli è uscito dalla bocca negli ultimi 4/5 anni".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elezioni comunali: i risultati in tutti i Comuni

  • Elezioni comunali 2020: lo spoglio in diretta

  • Elezioni comunali Trento 2020, Exit Poll: Ianeselli oltre il 51%

  • Elezioni nelle Circoscrizioni: ecco i risultati

  • Referendum in Trentino: ecco i risultati

  • Bomba da disinnescare: autostrada, statale e ferrovia del Brennero bloccate

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrentoToday è in caricamento