Rifornisce la valle di eroina, coca e ecstasy per il Carnevale: arrestata baby pusher 19enne

A scoprirla i carabinieri di Brunico, provincia di Bolzano. La ragazza vendeva la droga a coetanei e amici

A 19 anni è stata arrestata per spaccio di eroina, cocaina ed ecstasy. È accaduto a Brunico, provincia di Bolzano, dove la 'baby pusher' è stata fermata dai carabinieri che erano da tempo sulle sue tracce. "L'aspetto innocente della giovane ragazza, originaria di Bressanone - si legge in una nota dei militari - le ha consentito di eludere i controlli da parte delle forze dell'ordine".

'Minimarket della droga' in casa

Nel pomeriggio di giovedì i carabinieri hanno individuato la ragazza e l'hanno fermata. "Lei ha palesato la solita sicurezza e con fare spigliato ha consegnato i documenti richiesti", scrivono i militari. Poi però quando le è stato comunicato che l'avrebbero portata in caserma è scoppiata a piangere e in tasca le sono state trovate diverse pastiglie di ecstasy e alcune dosi di cocaina ed eroina, nonché una ingente somma di denaro.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La perquisizione in casa ha permesso di trovare venticinque grammi di cocaina, quasi tredici grammi di eroina, ventiquattro pastiglie di ecstasy, un bilancino elettronico di precisione e quasi 800 euro in contanti, considerati provento di spaccio. L'ipotesi dei carabinieri è che la droga sarebbe stata venduta nella zona tra Bressanone e Brunico nel periodo di Carnevale. La 19enne è stata messa agli arresti domiciliari; mentre lo stupefacente è stata sequestratoper effettuare analisi qualitative. "Proprio dalle risultanze - scrivono i carabinieri - verrà determinata la gravità di ciò che ha commesso la donna. Recentemente in alcune dosi di cocaina sono state rilevate altissime percentuali di levamisolo, altrimenti noto per essere un vermicida per cani, che mischiato alla cocaina in pastiglie tritate, viene fatto passare come 'droga di più alta qualità', mentre invece è un vero e proprio veleno, dagli sconosciuti effetti collaterali sull’uomo".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elezioni comunali: i risultati in tutti i Comuni

  • Elezioni comunali 2020: lo spoglio in diretta

  • Elezioni comunali Trento 2020, Exit Poll: Ianeselli oltre il 51%

  • Elezioni nelle Circoscrizioni: ecco i risultati

  • Bomba da disinnescare: autostrada, statale e ferrovia del Brennero bloccate

  • Referendum in Trentino: ecco i risultati

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrentoToday è in caricamento