menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Punti nascita, Flor: "Richiesta la massima flessibilità al personale"

Via libera a nuove assunzioni da parte dell'assessorato, e per quanto riguarda i tagli al servizio notturno il direttore dell'Apss specifica: "Nessuna partoriente sarà caricata in elicottero solamente perchè si è entrati in fascia notturna"

"Il rispetto della nuova normativa sul riposo dei medici ha comportato necessariamente nel breve/medio periodo degli interventi di trasformazione dell’assetto organizzativo nelle strutture ospedaliere provinciali.Le modifiche imponevano una scelta fra la chiusura di alcuni reparti o la riorganizzazione operativa degli stessi; l’APSS ha scelto la seconda opzione". E' quanto scrive oggi in una nota il direttore dell'Azienda sanitaria provinciale Luciano Flor dopo la notizia della gestione delle emergenze notturne, parti  inclusi, solamente negli ospedali di Trento, Rovereto e Cles, dalle 18.00 fino alle 8.00 e per tutto il giorno nei fine settimana.

Il direttore precisa che al personale è stata chiesta la massima flessibilità: "ciò comporta che in relazione alla concreta situazione clinica della partoriente si opterà per privilegiare l’effettuazione del parto in sede, ovvero, ove non ragionevolmente possibile, il trasferimento in condizioni di sicurezza presso una sede centrale nel senso che una donna non verrà mai caricata in elicottero a metà travaglio solo perché si è entrati in orario notturno". Cofermata infine la notizia di nuove assunzioni di medici in vista richieste dall'assessorato alla Salute, per "ripristinare la piena funnzionalità". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Non solo Santiago: ecco cinque cammini in Trentino

Attualità

Quando saluteremo il coprifuoco: le ipotesi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento