rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
Cronaca Pergine Valsugana

A Pergine dieci posti letto per l'esecuzione di misure di sicurezza

Dopo la chiusura degli ospedali psichiatrici giudiziari le persone sottoposte a misure di sicurezza saranno accolte al Polo riabilitativo dell'ospedale di Pergine per un massimo di dieci posti letto, in condivisione con la provincia di Bolzano

Sarà realizzata presso il presidio della riabilitazione di Pergine, la Residenza per l'esecuzione delle misure di sicurezza (REMS), che accoglierà le persone dimesse dagli ospedali psichiatrici giudiziari di Trento e di Bolzano, in linea con quanto stabilito dalla normativa nazionale che aveva fissato al 1° aprile 2015 il termine per completare il percorso di chiusura di queste strutture.

Dopo la deliberazione dello scorso marzo con la quale la Giunta provinciale aveva dato mandato all'Azienda sanitaria di realizzare i programmi di intervento terapeutico riabilitativi per le persone dimesse da questi ospedali, oggi l'esecutivo ha approvato le direttive per la realizzazione della struttura di cura e custodia.

Il Polo riabilitativo di Pergine allestirà dieci posti letto, con assistenza e vigilanza ad "alta intensità", così si legge in una nota della Provincia, che accoglieranno persone colpite da misura di sicurezza nelle province di Trento e Bolzano. Il costo, stimato in 953.000 euro, sarà coperto equamente dalle aziende sanitarie delle due province. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Pergine dieci posti letto per l'esecuzione di misure di sicurezza

TrentoToday è in caricamento