Martedì, 16 Luglio 2024
Cronaca San Giuseppe / Via San Pietro

Sicurezza, i commercianti chiedono subito un protocollo d'intesa con la Provincia

Dopo quanto accaduto alla gioielleria di via San Pietro, rapinata per tre volte in due mesi, i commercianti chiedono di accelerare i tempi per un protocollo d'intesa con la Provincia: "Oltre al danno subìto c'è la paura della violenza"

Rapine ed furti nei negozi: i commercianti chiedono di accelerare i tempi per arrivare al più presto ad un protocollo di intesa con la Provincia in materia di sicurezza. alla luce di quanto successo a Giancarlo Tomasi, rapinato e malmenato nella sua gioielleria per la terza volta nel giro di poco in pieno centro storico a Trento, a cui vogliamo esprimere solidarietà e vicinanza – dice Massimiliano Peterlana, vicepresidente di Confesercenti del Trentino – chiediamo alla Provincia, come associazione di categoria a tutela di commercianti ed esercenti delle attività commerciali, di sapere cosa si sta facendo per la stesura del protocollo sulla sicurezza. Chiediamo, altresì, la convocazione urgente del gruppo di lavoro con la partecipazione di Confesercenti."

Parallelamente si chiede una mappatura, da parte del Servizio Statistica, dei fenomeni criminali a Trento e su tutto il territorio provinciale, ed incontri informativi che insegnino ai commercianti a gestire situazioni di pericolo: "Spesso oltre al danno economico ci troviamo a dover affrontare la paura per la violenza subita - prosegue Peterlana - Oltre a presidiare il territorio, cosa per altro svolta con puntualità dalle forze dell'ordine, considerato che i cinque malviventi sono stati  arrestati subito dopo la rapina, da tempo chiediamo che vengano organizzati degli incontri formativi." 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sicurezza, i commercianti chiedono subito un protocollo d'intesa con la Provincia
TrentoToday è in caricamento