menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Protocollo d'intesa per la valorizzazione dell'Avisio firmato da Provincia e 21 Comuni

Avrà validità fino al 2020 l'accordo siglato dalla Provincia e dai comuni che attraversati dall'Avisio. Il protocollo prevede riqualificazione ambientale e valorizzazione del territorio come risarcimento per la presenza penalizzante dell'invaso di Stramentizzo. Si vedrà ora quali sarannoi progetti proposti

Nei giorni scorsi è stato firmato tra la Provincia ed i Comuni del bacino idrografico del fiume Avisio un protocollo d'intesa per la valorizzazione del fiume e degli ambienti collegati. La proposta si basa sull'accordo del 2010 fra le Province di Trento e Bolzano ed il titolare della concessione della centrale idroelettrica di Stramentizzo che prevede il versamento da parte di quest'ultimo di 4,8 milioni di euro per il triennio 2011-2013 e l'adeguamento di tale cifra a partire dal gennaio 2014 per un ulteriore triennio. Alla Provincia di Trento spettano due terzi della somma. 

Ora, anche a titolo di risarcimento per i territori penalizzati dalla presenza della diga, quei soldi dovrebbero essere usati per la valorizzazione del territorio dell'Avisio. Il protocollo è stato sottoscritto dai Comuni di Predazzo, Tesero, Panchià, Ziano di Fiemme, Cavalese, Castello-Molina di Fiemme, Capriana, Valfloriana, Sover, Grauno, Grumes, Valda, Segonzano, Faver, Cembra, Lisignago, Lona-Lases, Albiano, Giovo, Lavis, Trento, nonché le Comunità della Valle di Fiemme e della Valle di Cembra. Il documento, che ha validità fino al 2020, prevede interventi in materia di riqualificazione ambientale, promozione dello sviluppo sostenibile e valorizzazione del fiume e dei suoi affluenti come risorsa del territorio. Si tratta ora di vedere quali saranno concretamente i progetti proposti. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Restrizioni, quando ci si potrà spostare tra regioni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento