Cronaca San Giuseppe / Corso 3 Novembre 1918

La protesta dei ristoratori a Trento: da piazzale ex Zuffo al Commissariato del Governo

Corteo per i ristoratori arrivati da tutta la provincia nel capoluogo

Ristoratori di nuovo in piazza. Questa volta  Trento si sono dati appuntamento imprenditori del settore da tutta la provincia. A partire dalle 8 i manifestanti si stanno radunando al piazzale ex Zuffo, il grande parcheggio in prossimità della tangenziale, da dove raggiungeranno in corteo, in auto, il Commissariato del Governo in corso Tre Novembre.

La manifestazione è organizzata da Confesercenti e Confcommercio. La scelta di organizzare un corteo di auto è dettata dalla volontà di non creare assembramenti che potrebbero violare le norme anti-covid, ma è altrettanto evidente la volontà di creare, pacificamente, qualche disagio al traffico cittadino in modo da dare più visibilità alla manifestazione.

Alla base della protesta c'è, chiaramente, la situazione drammatica che tutta la ristorazione sta vivendo ormai da un anno a fasi alterne, e le poche prospettive per il futuro: ristori insufficienti, nessuna certezza sulla possibilità di rimanere aperti, spese costanti e la difficoltà di gestire il personale. I ristoratori porteranno al Commissariato del Governo le loro proposte. 

«La situazione è critica - spiegano i presidenti delle Associazioni dei pubblici esercizi e dei Ristoratori aderenti a Confcommercio Trentino, Fabia Roman e Marco Fontanari - con questa manifestazione vogliamo che vengano puntati i riflettori sulle nostre imprese, sui collaboratori e sull’intera filiera della somministrazione di alimenti e bevande. Abbiamo bisogno di poter lavorare. Se ci viene imposto di chiudere, abbiamo bisogno di ristori adeguati. Abbiamo bisogno, soprattutto, di certezza: navigare a vista è una condizione che aggiunge ulteriori difficoltà ad una situazione già drammatica per molte aziende».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La protesta dei ristoratori a Trento: da piazzale ex Zuffo al Commissariato del Governo

TrentoToday è in caricamento