Profughi in protesta per il permesso di soggiorno, Rossi: "Nove saranno espulsi"

Il presidente della Provincia annuncia di aver chiesto l'espulsione dai programmi di accoglienza per nove dei circa trenta manifestanti che oggi hanno bloccato per un'ora via Brennero

Un'immagine del video girato dal consigliere Claudio Cia

Profughi in protesta oggi pomeriggio in via Brennero: un capannello di manifestanti, 20-30 persone, hanno fermato le auto in via Brennero mostrando agli automobilisti dei cartelli scritti a mano in cui rivendicavano il diritto ad un permesso di soggiorno e denunciavano la mancanza, a loro dire, di una vera accoglienza in Trentino. Secondo le prime informazioni sarebbero persone inserite all'interno dei programmi di accoglienza della Provincia, infatti il Governatore Ugo Rossi ha annuciato di aver chiesto al Commissariato del Governo che alcuni dei manifestanti identificati oggi vengano esclusi dai programmi di accoglienza.

"E' un episodio inammissibile, inaccettabile, contro le regole - ha detto Rossi ai microfoni del TGR Rai - la Provincia ha chiesto al commissariato del Governo di espellere dal programma di accoglienza 9 persone che sono state identificate. Comportamenti che danneggiano tutti gli altri, che si comportano correttamente e che devono essere tutelati dai facinorosi". La protesta ha causato disagi al traffico, rallentato ed infine deviato per circa un'ora, ed ha comportato l'intervento della polizia in tenuta antisommossa. Il tutto si è concluso senza scontri fisici.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sul posto sono arrivati anche alcuni dirigenti del Ciformi, il servizio provinciale per l'immigrazione, e molti politici della minoranza consiliare tra cui Maurizio Fugatti, della Lega Nord, e Claudio Cia, della Civica Trentina. Il primo ha chiesto l'immediata espulsione per i "ribelli", il secondo ha girato e pubblicato una video-intervista ad uno dei manifestanti denunciando le lacune del Cinformi: "Siamo qui senza medicine, c'è una persona malata - dice l'intervistato - devo stare qui un anno e sei mesi per avere un permesso di soggiorno (sono in Italia come richiedenti protezione internazionale ndr), abbiamo bisogno di un permeso di soggiorno per vivere qui, e di un lavoro". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elezioni comunali: i risultati in tutti i Comuni

  • Elezioni comunali 2020: lo spoglio in diretta

  • Elezioni comunali Trento 2020, Exit Poll: Ianeselli oltre il 51%

  • Elezioni nelle Circoscrizioni: ecco i risultati

  • Bomba da disinnescare: autostrada, statale e ferrovia del Brennero bloccate

  • Referendum in Trentino: ecco i risultati

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrentoToday è in caricamento