Operai sul tetto del cantiere: "Pagateci o ci buttiamo"

Alta tensione a Pieve di Bono in un cantiere pubblico, sul posto Vigili del Fuoco, 118 e Carabinieri

foto: Polizia Locale Valle del Chiese

Operai sul tetto del caniere: "Se non ci pagano ci buttiamo". E' quanto sta accadendo a Pieve di Bono, la situazione è delicatissima: sul posto sono accorsi i Vigili del Fuoco del paese, i carabinieri della Compagnia di Riva e le ambulanze del 118. Presente anche il sindaco Attilio Maestri, per tentare di trovare una mediazione. 

L'assessore: "Avviati i controlli sulla ditta"

La protesta è infatti nata in un cantiere pubblico, quello per il nuovo Centro Giovani, appaltato dal Comune. La ditta per la quale lavorano gli operai sarebbe però una sub-appaltante. Non si conoscono esattamente le dinamiche della protesta, ma il mesaggio sembra chiaro. A tentare di risolvere la situazione saranno le forze dell'ordine. Aggiornamento: la protesta è rientrata, gli operai sono scesi dal tetto, le autorità svolgeranno approfondimenti sul caso (clicca qui). 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La lotteria degli scontrini dal primo dicembre (e il cashback in arrivo)

  • Operazione «Maestro»: scacco matto dei carabinieri ai grossisti della droga

  • Tutti i proverbi trentini sulla neve

  • Preore, un'altra tragedia stradale: muore una 16enne, altri 3 giovani in gravi condizioni

  • Via Suffragio, tutti a cercare la fede nuziale perduta: una fiaba a lieto fine

  • Droga a Trento, maxioperazione all'alba: i carabinieri arrestano 23 persone

Torna su
TrentoToday è in caricamento