rotate-mobile
Cronaca Centro storico / Piazza Dante

Dipendenti pubblici: la protesta entra nel palazzo. Olivi: "Riferirò a Rossi"

I dipendenti pubblici in protesta hanno incontrato oggi l'assessore alle attività  economiche Alessandro Olivi il quale si è detto disponibile a farsi portavoce delle istanze sindacali con il presidente Rossi. Una delegazione dei lavoratori che oggi hanno preso parte alla  protesta sotto gli uffici della  Provincia, promossa unitariamente da cinque sigle  sinndacali e partacipata da oltre mille persone, è entrata nel palazzo di piazza Dante dove  è stata raggiunta dall'assessore.


"Non ho colto uno spirito di pura rivendicazione corporativa, le richieste che riguardano certamente i trattamenti economici ma al tempo stesso la valorizzazione delle competenze e del merito professionale dell'intero comparto. Questo approccio è molto importante perché siamo convinti che la qualità e l'efficienza dell'Autonomia necessiti di un coinvolgimento responsabilizante  della pubblica amministrazione. Sul versante più propriamente contrattuale, coerentemente abbiamo condiviso con i sindacati che la strada maestra deve rimanere quella dell'autonomia contrattuale e non quella dell'omologazione al modello statale. Ci siamo lasciati con l'obiettivo di proseguire il confronto" si legge in una nota diffusa poco fa dall'Ufficio Stampa della Provincia. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dipendenti pubblici: la protesta entra nel palazzo. Olivi: "Riferirò a Rossi"

TrentoToday è in caricamento