menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Portate in Italia e sfruttate come schiave del sesso: due arresti

I poliziotti hanno scoperto che le due ragazze erano entrate in Italia con due loro connazionali i quali, dopo averle fatte innamorare con il sogno di una vita "dorata", le hanno obbligate a prostituirsi

Ieri la squadra mobile di Trento ha arrestato due cittadini rumeni con l’accusa di sfruttamento della prostituzione. Durante i controlli del territorio che da mesi la polizia ha intensificato in città, gli agenti avevano notato tra le fila delle prostitute a Trento due volti nuovi. Sono partite le indagini e i poliziotti hanno scoperto che le due ragazze erano entrate in Italia con due loro connazionali i quali, dopo averle fatte innamorare con il sogno di una vita “dorata” nel nostro paese, le avevano convinte a venire qui. La realtà per le ragazze è stata naturalmente molto diversa. I due giovani nullafacenti le hanno costrette a prostituirsi in strada. L’attività investigativa ha portato all’identificazione dei due rumeni L.M. di 23 anni e I.G. di 27. Per l’arresto è stato necessario attendere ieri perché i due per le festività natalizie erano rientrati nel loro paese e solo da pochi giorni erano tornati in Italia. Con il rientro a Trento sono scattate inesorabili le manette.  

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Servizi bar e ristorazione all’aperto: tutte le indicazioni

social

Offerte di lavoro: in Trentino si cercano marinai

Ultime di Oggi
  • Attualità

    Sanità, gli ospedali di Borgo e Tione liberi dal Covid

  • Cronaca

    Bollettino coronavirus: 4 decessi e +85 nuovi contagi

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento