Più trasparenza negli appalti con un "Clic": progetto di ricerca alla Facoltà di Giurisprudenza

Un progetto di ricerca di due anni per cercare procedure più snelle e trasparenti negli appalti pubblici, in particolare per le province di Trento e Bolzano che da tempo hanno annunciato di voler cercare regole comuni. Giuristi ed ingegneri lavoreranno fianco a fianco per elaborare il sistema "Clic"

Trasparenza, semplificazione, chiarezza: termini spesso invocati quando si fa riferimento alla macchina pubblica, in tema di appalti. Questi sono anche gli obiettivi di un progetto di ricerca presentato oggi alla Facoltà di Giurisprudenza di Trento, che vedrà impegnati per i prossimi due anni giuristi ed ingegneri della comunicazione fianco a fianco per elaborare nuove procedure nelle gare d'appalto e tradurle in processi informatici più semplici e sicuri.

Si chiama "Clic" ed è  il progetto che verrà sviluppato all'Università di Trento in collaborazione con l'Autorità Nazionale Anticoruzione, la sezione informatica delle Camere di Commercio Italiane e le province autonome di Trento e Bolzano, che da tempo hanno annunciato la volontà di elaborare regole comuni per gli appalti pubblici. «L’attuale impostazione degli strumenti di valutazione – spiega Gian Antonio Benacchio giurista della Facoltà di via Verdi – sta determinando effetti negativi: omologazione e riduzione della qualità delle offerte, disincentivazione all’innovazione, ricorso al subappalto, un’eccessiva attenzione al prezzo tra i criteri di selezione».

Il progetto, della durata due anni, intende analizzare e migliorare le formule matematiche utilizzate dagli attuali sistemi di valutazione delle offerte e mettere a disposizione delle stazioni appaltanti strumenti facilmente utilizzabili da una piattaforma informatica per la valutazione delle offerte. È prevista anche una fase di sperimentazione prima di consolidare e adottare il modello tra le amministrazioni pubbliche a livello nazionale e provinciale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Proverbi trentini di gennaio: tra viole, lucertole, neve e santi

  • Coniugi bolzanini scomparsi: trovati degli indumenti nell'Adige a sud di Trento

  • L'ex rettore Bassi: "Ecco come ha fatto il Trentino a rimanere zona gialla"

  • Il Trentino rimane zona gialla, unico territorio in tutto il Nord Italia

  • Covid, il Trentino rischia la zona arancione?

  • Tragedia in A22, Vitcor non ce l'ha fatta

Torna su
TrentoToday è in caricamento