menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tribunale: caso Orvea, sentenza attesa per la prossima settimana

Nel ricorso la Filcams chiede di ordinare la cessazione del comportamento antisindacale eventualmente accertato, garantendo quindi l'efficacia delle parti normative ed economiche a favore dei dipendenti del gruppo

Si è tenuta questa mattina presso il tribunale di Trento la prima udienza del processo che vede contrapposte la Filcams Cgil del Trentino e Orvea, la società trentina della grande distribuzione. 

Il sindacato del commercio di via dei Muredei, a fine ottobre, ha infatti presentato un ricorso con il quale chiede al giudice di accertare le presunte illegittimità e antisindacalità del recesso dal contratto integrativo aziendale comunicato da Orvea il 1° ottobre 2010. Perché, secondo il sindacato, sarebbe in violazione della clausola contrattuale di ultrattività prevista all’articolo 24 del contratto stesso, in vigore dal 2005.
 
Nel ricorso la Filcams chiede al giudice di ordinare la cessazione del comportamento antisindacale eventualmente accertato ai sensi dell’articolo 28 dello Statuto dei lavoratori e di eliminare gli effetti conseguenti il recesso, garantendo quindi l'efficacia delle parti normative ed economiche a favore dei dipendenti di Orvea. 
 
Trattandosi di un procedimento d'urgenza, la sentenza dovrebbe arrivare già la prossima settimana. Roland Caramelle, segretario generale Filcams Cgil del Trentino, auspica che la situazione si risolva in favore del sindacato e dei dipendenti. Il timore, infatti, è che una sentenza in favore di Orvea, possa generare un precedente. Spiega Caramelle: "Una sentenza che accetta l'idea che un'azienda, davanti ad una ipotetica crisi, possa ragionare ragionare unicamente su tagli ai lavoratori in una provincia ricca come il Trentino, rischia di aprire una falla. Perché qualunque azienda potrà decidere di non applicare gli accordi sottoscritti con i sindacati. Un precedente pericoloso, perché le firme dei sindacati sugli accordi sarebbero carta straccia. Per questo noi ci auguriamo che la ragione ci venga confermata dal giudice", conlude il segretario della Filcams.
 
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Apre il primo drive through vaccinale a Trento

Ultime di Oggi
  • Attualità

    Covid, il governo al lavoro per le riaperture: il piano

  • Meteo

    Nevica sul Monte Bondone

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento