menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sciopero dei trasporti, a rischio la raccolta dei rifiuti per strada

In vista della manifestazione nazionale Dolomiti energia comunica che le operazioni di pulizia potrebbero subire una consistente riduzione, forse addirittura un blocco totale. Picchetti anche a Trento

In vista dello sciopero nazionale dei sindacati dei trasporti, previsto per martedì 29 novembre, i servizi di raccolta rifiuti e le operazioni di pulizia dai rifiuti solidi urbani potrebbero subire una consistente riduzione, forse addirittura un blocco totale, che potrebbe interessare anche gli uffici di Dolomiti energia, l'azienda che gestisce il servizio a Trento.

Saranno comunque garantiti i servizi essenziali di raccolta dei rifuti urbani e assimilati presso ospedali e case di cura. Per far fronte ad eventuali situazioni di emergenza, Dolomiti energia invita i cittadini a contattare il numero verde 800-969898, che sarà attivo nell'arco di tutte le 24 ore della giornata.
 
Manifesteranno anche i lavoratori dell’igiene ambientale delle aziende private come Dolomiti Energia, Sogap, Serit, Lavoro e Servizi Valsugana, Bonora e Italspurgo per. Le richieste sono diverse, tra cui il rinnovo del contratto nazionale di lavoro scaduto da 11 mesi, la tutela dei salari mortificati dall’inflazione e dal progressivo spostamento della ricchezza prodotta nel Paese a discapito dei lavoratori e delle lavoratrici e il raggiungimento del contratto unico di settore come strumento utile a regolare la liberalizzazione del settore dell’igiene  ambientale. 
 

 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Apre il primo drive through vaccinale a Trento

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento