Spaccio e degrado alla Portela: da oggi presidio fisso dei vigili

Ad annunciarlo il sindaco di Trento Alessandro Andreatta

Repertorio

Da mercoledì pomeriggio alla Portela ci sarà un presidio fisso della polizia locale per vigilare sul rispetto della legalità e sull'osservanza delle norme per il contenimento del coronavirus. Ad annunciarlo il sindaco di Trento Alessandro Andreatta.

Diverse le proteste e gli sfoghi dei residenti del rione, che sui social avevano denunciato una situazione di crescente degrado, tra spaccio, assembramenti e totale inosservanza delle regole anti epidemia. Proprio per mettere freno a questi fenomeni, gli agenti della polizia locale dal 6 maggio saranno presenti intorno a piazza Santa Maria Maggiore.

Il primo cittadino ha anche fatto sapere di aver contattato il commissario di Governo e il questore in modo "da dare risposta - si legge in una nota del Comune - alle legittime rimostranze di chi ha visto aumentare, in questo periodo di emergenza, il degrado del quartiere. La sorveglianza e il contrasto alla microcriminalità saranno affidate a un intervento interforze, che si protrarrà fino a che il problema non sarà risolto".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Proverbi trentini di gennaio: tra viole, lucertole, neve e santi

  • Coniugi bolzanini scomparsi: trovati degli indumenti nell'Adige a sud di Trento

  • L'ex rettore Bassi: "Ecco come ha fatto il Trentino a rimanere zona gialla"

  • Il Trentino rimane zona gialla, unico territorio in tutto il Nord Italia

  • Covid, il Trentino rischia la zona arancione?

  • Tragedia in A22, Vitcor non ce l'ha fatta

Torna su
TrentoToday è in caricamento